martedì 13 giugno 2017

Castrum Morisci winery, vino cotto, vini in acciaio.

Nell'ultimo weekend di maggio 2017 ho fatto visita all'azienda vinicola Castrum Morisci a Moresco (Fm).
La piccola azienda marchigiana dispone di circa 7 ettari di vigneto di cui solo 6 per il momento produttivi, per una produzione media annua di 25.000 bottiglie, suddivise in due linee: vinificazione in anfora e vinificazione in acciaio.
Fa parte della gamma anche un'etichetta di "vino cotto" (tradizionale vino da dessert marchigiano, ottenuto dalla bollitura del mosto).
In occasione della visita di maggio ho puntato la mia attenzione sui vini in anfora.
Questo post prende invece in esame il resto della produzione, sia acciaio che vino cotto.
Quattro etichette vinificate in acciaio, di facile approccio, delineano i caratteri varietali nonchè la cifra stilistica del produttore e rivalutano questo terroir.
Favorevole rapporto qualità prezzo, destinati al largo consumo, li troviamo in cantina tra i 7 e i 10 euro.
I nomi prendono spunto dalla numerazione delle parcelle di vigneto.
Marche Igt Rosato Trecentoventisei
La Francia è il primo produttore di vino rosè, seguito da Spagna, Stati Uniti, Italia. La Spagna è il primo esportatore in volumi, seguito da Francia e Italia. Viceversa l’Italia è seconda esportatrice in valori dopo la Francia, precede Stati Uniti e Spagna. Ciò dimostra come le nostre produzioni siano in grado di competere sul piano della qualità, ma non dei volumi. La premessa mi serve per introdurre questo vino rosato del fermano, emblematico dei buoni standard raggiunti dalla tipologia.
Rosa tenue, limpido.
Note di piccoli frutti e d’agrume al naso, ben integrate da sentori vegetali e foglia di pomodoro.
Spettro aromatico pienamente confermato nella successiva fase.
Sinuoso e morbido, gratifica il palato.
Rinfrescante compagno di merende nella stagione estiva.
Non filtrato.
Zona di produzione: (colline di Moresco, 140-180 m. altitudine)
Vitigni: (sangiovese)
Produzione: (vendemmia manuale, vinificazione in acciaio inox)
Gradazione alcolica: 12,5%
Temperatura di servizio: 10°
Abbinamenti consigliati: vino d’entrèe, antipasti, finger food, cucina di mare.
Annata in commercio: 2016
Marche Igt Passerina Centodue
Giallo paglierino tenue, tendente al verde.
Impatto olfattivo contraddistinto da note fruttate e floreali, pomacea e nespola, acacia e camomilla.
Corredo gustativo che ripropone le sensazioni iniziali, lievemente vanigliato, evidenzia in particolar modo l'agrume.
Fresco e sapido nel finale.
Non filtrato.
Zona di produzione: (colline di Moresco, 140-180 m. altitudine)
Vitigni: (passerina)
Produzione: (vendemmia manuale, vinificazione in acciaio inox)
Gradazione alcolica: 12,5%
Temperatura di servizio: 10°
Abbinamenti consigliati: vino d’entrèe, antipasti, finger food, sogliola alla mugnaia.
Annata in commercio: 2016
Falerio Pecorino Doc Zerozerotre
Giallo paglierino tendente al verde.
Note olfattive floreali e fruttate, fiore di tiglio e agrume, con sfondo minerale e ammandorlato.
In bocca è corposo, ricco di frutto, amaricante sui toni di pompelmo e mandorla.
Fresco in chiusura.
Non filtrato.
Da bere fino a 5 anni dalla vendemmia.
Zona di produzione: (colline di Moresco, 140-180 m. altitudine)
Vitigni: (pecorino)
Produzione: (vendemmia manuale, vinificazione in acciaio inox)
Gradazione alcolica: 13%
Temperatura di servizio: 12°-14°
Abbinamenti consigliati: versatile a tutto pasto, ideale su zuppe di pesce, frittura di paranza.
Annata in commercio: 2016
Piceno Doc Sangiovese Duecentotrentasette
Rosso rubino sfumato di porpora.
Naso floreale e fruttato, sentori di rosa canina s’intercalano con frutti di bosco, sottobosco, spezie dolci.
Succoso di frutto rosso al palato e fresco, sviluppa il varietale su erbette aromatiche e rosmarino.
Trama tannica bene integrata e finale sapido.
Non filtrato.
Da bere entro 3-5 anni dalla vendemmia.
Zona di produzione: (colline di Moresco, 140-180 m. altitudine)
Vitigni: (sangiovese)
Produzione: (vendemmia manuale, vinificazione in acciaio inox)
Gradazione alcolica: 13%
Temperatura di servizio: 16°
Abbinamenti consigliati: salumi tipici marchigiani, ciauscolo, formaggi freschi o di media stagionatura, tagliatelle al sugo di papera.
Annata in commercio: 2016
Vino cotto Focagno
Prodotto Agroalimentare Tradizionale – Marche
Ottenuto dalla bollitura del mosto.
Colore rosso granato con bordo aranciato.
Intensi i profumi, arricchiti di note ossidative.
Marmellata di prugne, sentori liquorosi e torrefatti, frutta cotta e candita, fichi secchi e pasticceria, tornano perfettamente al palato.
Quadro organolettico ricco, glicerico, dolce ma non stucchevole.
Bottiglia da 500 ml.
Zona di produzione: (colline di Moresco, 140-180 m. altitudine)
Vitigni: (uve aziendali)
Produzione: (pigiatura delle uve, torchiatura, bollitura del mosto in due caldaie d’acciaio di 15 ettolitri ognuna, riduzione dei volumi fino a 1/3 per concentrare gli zuccheri che non devono superare i 27°-28° gradi Babo in modo da non inibire la successiva fase di fermentazione; il vino cotto ottenuto, matura in botti di rovere)
Gradazione alcolica: 11,5%
Temperatura di servizio: 14°-16°
Abbinamenti consigliati: vino da dessert, crostate, cioccolato, vino da meditazione a fine pasto o in accompagnamento a sashimi e formaggi stagionati.
Annata in commercio: 2014
Botti di vino cotto
Info dettagliate sull'azienda vinicola Castrum Morisci e note di degustazione vini in anfora:
https://vino-in-anfora-castrum-morisci.html
Societa' Agricola Castrum Morisci di Pettinari David & C. S.s.
contrada Molino 18, 63826 Moresco (Fm)
340 0820708
cantina@castrummorisci.it
www.castrummorisci.it

Nessun commento:

Posta un commento