martedì 28 marzo 2017

Tenute Rio Maggio, visita e degustazioni.

Domenica 26 marzo 2017 ho fatto visita a Tenute Rio Maggio nel comune di Montegranaro (Fm).
Ci troviamo nel primo entroterra collinare marchigiano a 240 metri di altezza, a circa 30 chilometri dalla costa Adriatica, in un contesto pedoclimatico dove l'umidità provocata dai corsi d'acqua sottostanti la vallata ha creato condizioni sfavorevoli al biologico in senso stretto.
Qui ha sede legale con annessi cantina di trasformazione, punto vendita e immobile per ospitalità agrituristica estiva, l'azienda vinicola fondata verso la metà degli anni '70 dalla famiglia Santucci.
Al momento Tenute Rio Maggio dispone di 21 ettari vitati prevalentemente ad autoctono (Montepulciano, Sangiovese, Pecorino, Passerina, Trebbiano), ma anche a Sauvignon Blanc e Pinot Nero, la maggior parte dei quali nel territorio amministrativo del comune di Montegranaro e il restante in quello di Montegiorgio, sempre in provincia di Fermo.
La produzione annua si aggira intorno alle 100.000 bottiglie destinate per il 50% al mercato estero, suddivise in 5 linee prodotto (Classici, Cru, Selezioni, Internazionali, Spumanti) per 13 etichette, con prezzi in cantina tra € 5 e € 18.
Devo dire che seguo ormai da molti anni l'attività di quest'azienda vinicola, a tutt'oggi riferimento dell'eccellenza di questo territorio.
Nel corso del tempo si è confezionata uno stile produttivo che definirei bivalente, poichè da un lato ammicca al varietale, all'immediatezza soprattutto nei vini bianchi e nei rossi di primo passaggio, mentre dall'altro non esita ad elevare i parametri, attraverso surmaturazioni, vinificazioni appropriate, uso dei legni, alla ricerca della complessità, della potenza, del limite espressivo.
Nella visita in cantina di domenica 26 marzo abbiamo trovato non solo i vini di Cantina Rio Maggio ma anche la collezione di scarpe da uomo fatte a mano di ScarpeCarrioli handmade che ha sede in via Michelangelo 82 a Porto San Giorgio (Fm) www.carrioli.it
Un connubio tra tendenza moda ed agroalimentare apparentemente incongruo, viceversa spiegabile con il fatto che ci troviamo nel cuore del distretto calzaturiero fermano, orgoglio della regione, eccellenza del manifatturiero italiano.
Abbiamo degustato:
Falerio Pecorino Doc '15 Colle Monteverde - alcool 13%
Ottenuto da uva Pecorino, vinificato in acciaio, si presenta giallo paglierino limpido.
Il quadro olfattivo è intenso, abbastanza complesso, connotato da sentori minerali varietali, pomacea, fiori bianchi.
In bocca è sferzante di carica acidica, citrino, sfumato di frutto tropicale, leggermente asciugante in chiusura su sensazioni verdi, tuttavia supportato da buona struttura, grado alcolico e con ampi margini evolutivi.
Vinificato in modo tradizionale, non in riduzione, ma attraverso contatto calibrato con l'ossigeno, in modo da esaltare i caratteri varietali, la mineralità, la freschezza e relegare a comprimari sia i sentori tropicali che i nocciolati.
Rosso Piceno Doc '12 Contrada Vallone - alcool 13,5%
Ottenuto da uve Montepulciano 70% e Sangiovese 30%, fermentato in acciaio, affinato 9 mesi in barrique, si presenta rosso rubino limpido.
Naso ricco di frutto, amarena, mirtillo, speziato di noce moscata e pungente d'alcool.
In bocca ha medio corpo, media persistenza e pur confermando tali caratteri fruttati primari, sembra indirizzarsi verso la maturità.
Il finale tannico lo rende adatto su arrosti, piatti di carne non particolarmente elaborati, zuppa di fagioli con cotenne di maiale.
Rosso Piceno Doc '12 Granarijs - alcool 13,5%
Ottenuto da selezione di uve (Montepulciano 70% e Sangiovese 30%) di seconda vendemmia, affinato almeno 10 mesi in barrique, si presenta rosso granato cupo, impenetrabile.
Anche qui abbiamo un naso ricco di frutto, ma surmaturato, tendente alla confettura, variamente articolato su sentori di macchia mediterranea, erbe aromatiche, spezia dolce.
In bocca è corposo, marmellatoso, persistente, sfumato di torrefazione e vaniglia, giustamente tannico in chiusura a contrappuntare tali sensazioni morbide.
Godibile già ora, ma destinato alla conservazione ultradecennale.
Tenute Rio Maggio
contrada Vallone 41 - Montegranaro (Fm)
tel: +39 0734 889587
email: info@riomaggio.it
web: www.riomaggio.it

post correlati:

https://rosso-piceno-granarijs-07-di-rio-maggio.html

https://di-uva-in-vino-fermo-degustazione-vini-bianchi.html

Nessun commento:

Posta un commento