domenica 27 maggio 2018

InVinami a bere 2018, Porto San Giorgio

I dettagli di "InVinami a bere", fiera mercato e degustazione, 1^ edizione.
Sabato 2 giugno 2018 dalle ore 17 alle ore 24, presso Villa degli Oleandri (ex Rivafiorita) in Viale della Vittoria, 195-199, 63822 Porto San Giorgio (Fm).
Programma:
Ore 17:00 - Incontro con i produttori: modera la giornalista Angelica Malvatani.
Ore 17,30/22,00 - Degustazione vini, accompagnata da assaggi di eccellenze nostrane.
In particolare ci saranno i prelibati salumi di Lu Conde, i formaggi di La Casa della Cuccagna, l'olio dell'oleificio Miconi, il pane e i dolci di Chicco di Grano.
Inoltre, la serata sarà allietata da intrattenimento musicale direttamente da Radio Stazione 41.
Ore 18,30 e 19,30 - Degustazione guidata ed interattiva con sommelier (solo su prenotazione alla mail eventi.winesalad@gmail.com posti limitati).

Le cantine partecipanti:
LA PILA
MAURO ALLEGRINI
TENUTA COCCI GRIFONI
OFFICINA DEL SOLE
MARONI
VALLEROSA BONCI
PESARESI
CASALE VITALI
VIGNETI SANTA LIBERATA
CANTINA ORTENZI
LUMAVITE
TIBERI DAVID
MADONNA BRUNA
PILANDRO
L’ingresso è aperto a tutti (i minorenni non pagano e non possono effettuare degustazioni).

Il biglietto:
€ 15
Soci Ais: € 14
La prevendita: € 13 (fino al 30 maggio).
Cosa comprende il biglietto?
- il calice per la degustazione
- wine and food tasting.
La “degustazione guidata” con il sommelier è possibile solo previa richiesta inoltrata via mail, fino ad esaurimento posti.
La prevendita può essere acquistata fisicamente presso Il Bar le Vele di Porto San Giorgio (zona sud) o presso Bar del Corso, sito in Fermo (davanti al Tribunale).
Tale acquisto dà diritto all'ingresso saltando la fila.
In alternativa potrà essere effettuata una riservazione contattandoci alla mail eventi.winesalad@gmail.com
In tal caso vi assegneremo con una mail di risposta un codice che vi darà l'accesso al prezzo ridotto (il pagamento di euro 13 verrà effettuato direttamente alla cassa il giorno dell'evento).
Sarà possibile acquistare i prodotti delle cantine e stand cibo.
Per i minori inoltre, si potranno acquistare bevande analcoliche e snack allo stand Bar le Vele presente all'evento.

giovedì 24 maggio 2018

GustaPorto lo spettacolo della pesca a Civitanova Marche

Dal 3 giugno 2018, a Civitanova Marche (Mc), il Grand Tour delle Marche propone un’iniziativa inedita:
GustaPorto, lo spettacolo della pesca.
In programma anche una crociera gastronomica, con destinazione le “vigne del mare”.
“Ascolta si sente il mare”, così si potrebbe riassumere il “mood” di GustaPorto, la nuova iniziativa varata dal Comune di Civitanova Marche ed inserita nel Grand Tour delle Marche 2018, il circuito di eventi “esperienziali” curato da Tipicità ed ANCI Marche.
Bandiera blu, centro commerciale naturale e porta d’accesso privilegiata alle “vallate delle griffe” e di prestigiosi outlet, luogo d’incontro nevralgico delle direttrici nord-sud e dell’asse tirreno-adriatico, città antica “affacciata” a terrazza sul mare, Civitanova Marche vanta anche una consolidata tradizione peschereccia, ancora molto viva nel Dna di questa località rivierasca.
GustaPorto, evento realizzato con il contributo del FLAG Marche Centro, debutta in un luogo iconico della pesca civitanovese, il Mercato Ittico Comunale, dove ogni notte si compie “il balletto” delle contrattazioni che il giorno successivo alimenta con pescato fresco e di stagione ristoranti e pescherie di una vasta zona.
Un mondo fatto di gesta, rituali e, soprattutto, personaggi: è lo spettacolo della pesca.
Domenica 3 giugno, a partire dalle ore 17.00, questo suggestivo spettacolo andrà in onda con la partecipazione di vip, pescatori, scienziati e attori.
In programma il lancio ufficiale della mostra “Mare aperto” a cura del pescatore-fotografo Mario Barboni.
A seguire un talk show condotto da un volto noto della TV, Gioacchino Bonsignore, caporedattore del TG5 Mediaset e curatore della rubrica “Gusto”, che intervisterà illustri personaggi, tra i quali il famoso biologo marino Corrado Piccinetti, ospite fisso del programma di RAI 1 “Linea blu”, ma anche il popolare “Antò”, storico marinaio-cuoco la cui vicenda umana si fonde con quella della marineria civitanovese.
Per l’occasione, questo istrionico personaggio delizierà i presenti con una ricetta che unisce mare e terra, caratterizzando in maniera unica la gastronomia civitanovese “Li furbi co’ l’abbiti”, una specialità nata dalla saggezza popolare che riesce ad unire nel piatto, bietole, patate, polenta e polipi.
Fino al 10 giugno gli appassionati potranno trovare questo ed altri piatti tipici marinari, nei locali della città aderenti al circuito di GustaPorto.
In programma anche un aperitivo dialettale con l’Accademia Primo Dialetto ed una passeggiata al calar del sole, guidata dall’art director Giulio Vesprini, tra opere di street art ambientate in uno dei porti più colorati d’Italia.
Evento speciale, la “crociera gastronomica” alle vigne del mare, ossia agli impianti di mitilicoltura ubicati al largo di Civitanova.
Attenzione anche ai più giovani, con il laboratorio creativo “L’Adriatico con le mie mani”.
Civitanova Marche: spiaggia e porto turistico
Informazioni e possibilità di costruirsi itinerari personalizzati tra outlet, crociere e week end marinari, nella piattaforma del Grand Tour delle Marche www.tipicitaexperience.it
Info:
0734.225237
segreteria@tipicita.it
www.tipicitaexperience.it

lunedì 21 maggio 2018

Cantine Aperte 2018, Marche

Cantine Aperte è un appuntamento che fa muovere migliaia di enoturisti, marchigiani e non, che vogliono scoprire il vino e tutto l’universo che ruota attorno ad esso.
Degustare, in questa due giorni, assume dei connotati diversi e, se vogliamo, anche più importanti.
Quando si arriva, non si va diretti a chiedere il vino da assaggiare, ma ci si immerge prima in quelli che sono i valori e le caratteristiche della cantina.
Magari si fa una passeggiata tra le vigne, da soli, con i produttori o con i loro collaboratori che illustreranno i vari vitigni e i metodi di allevamento.
Di certo poi, si fa il giro in cantina, accompagnati da chi quel luogo lo vive ogni giorno e ne conosce ogni singolo aspetto.
Si ascolta la storia dell’azienda e delle genti che l’hanno fondata e di coloro che proseguono questo magnifico percorso.
Si scoprono le motivazioni dietro la scelta di fare un determinato vino in un determinato modo.
Si capisce come dentro una bottiglia ci sia moltissimo: storia, decisioni, capacità dell’uomo, benevolenza della natura e tanto altro ancora.
In poche parole “vedi cosa bevi”.
Conoscere il vino è un’esperienza magnifica se la si vive a pieno.
Avere a disposizione un numero così importante di cantine dislocate sul territorio marchigiano, dà la possibilità di avere un’ampia panoramica delle Marche: 76 sono le Cantine che aderiscono alle 2 giornate di Cantine Aperte, il 26 e 27 maggio.
Insomma, un giro delle Marche in 76 Cantine.
Quest’anno troverete il bicchiere con la tasca, al prezzo di 10 euro che vi consentirà di degustare gli ottimi vini marchigiani nelle nostre cantine.
Come si decide quali cantine visitare? Che percorso seguire?
A chi ancora utilizza la cantina geografica, lasciamo l’ardua risposta.
Ma ai più che oramai utilizzano google maps, il Movimento Turismo del Vino Marche offre gratuitamente un’opportunità.
Cantine Marche in Tour infatti è un’app, disponibile per iOs e Android, che si potrà scaricare direttamente sul proprio smartphone o tablet con l’elenco di tutte le cantine socie, che permette di impostare direttamente il percorso da seguire, avendo scelte le cantine da visitare.
E’ un’applicazione importante perché non vi servirà solamente durante l’evento di Cantine Aperte, ma vi affiancherà sempre segnandovi tutte le novità e gli eventi che le cantine socie proporranno nel corso dell’anno.
Per questa edizione di Cantine Aperte abbiamo pensato di utilizzare l’app per farvi vincere una degustazione nella cantina che più vi interessa.
Come?
Ecco le regole per poter giocare con noi:
Scarica l’app Cantine Marche in Tour gratuitamente per iOs o Android.
Registrati e crea il tuo account per l’app.
Colleziona 2 Qr code, esposti nelle cantine che visiterai, tramite il Qr code scanner della tua app.
Scatta la tua foto di Cantine Aperte e pubblicala o sulla pagina facebook Movimento Turismo del Vino Marche o sull’account instagram Mtv_Marche con l’hashtag #cantinemarcheintour
I vincitori saranno 2, in base al maggior numero di like ottenuti al 31 maggio: uno per account facebook ed uno per quello instagram.
Un piccolo gioco, tanto per condividere gli attimi di Cantine Aperte e mantenere sempre viva questa esperienza, ogni anno unica.

Se vuoi consultare il depliant per scoprire quali cantine parteciperanno e farti il tuo itinerario per Cantine Aperte, scarica i pdf di seguito
http://www.mtvmarche.it/wp-content/uploads/2018/05/18T0375_MTV-2018-INT-LR.pdf

http://www.mtvmarche.it/wp-content/uploads/2018/05/18T0375_MTV-COP-2018-LR.pdf

(fonte MTV Marche)
post correlato:

sabato 19 maggio 2018

CumaTeatro, Passeggiata Archeologico Naturalistica a Monte Rinaldo

Monte Rinaldo - Eventi Culturali.
Cuma - Palcoscenico per il Teatro.
Il 26 e il 27 maggio presso l’Area Archeologica di Monte Rinaldo (Fm), si svolgerà la prima edizione del Festival teatrale delle scuole “Cumateatro”.
L’iniziativa culturale intende, da quest’anno e per il futuro, valorizzare l’area archeologica del santuario ellenistico romano de La Cuma, coinvolgendo scuole marchigiane, gruppi teatrali universitari e scuole d’arte drammatica.
Nello stesso fine settimana si svolgerà la tradizionale passeggiata archeologico-naturalistica che grande successo ha riscosso gli scorsi anni.
La prima edizione di Cumateatro nasce l’anno scorso con il gruppo Orateatro del liceo scientifico Onesti di Fermo che si era esibito in uno spettacolo alla Cuma.
Da un contatto con la dirigente scolastica è emersa questa grande opportunità e con l’aiuto del liceo stesso e di partner che finanziano, si è riuscito a far partire da quest’anno, il 2018, questa interessante iniziativa.
Il programma è ricco di spettacoli e d'intrattenimento, tra il pubblico, tra gli altri ci saranno i ragazzi delle scuole fermane e non solo.
Nel programma ci sarà anche la passeggiata archeologico-naturalistica collegata con il progetto Girovallando dell’Ecomuseo della Valle dell’Aso, al mattino di domenica, a cura di Stefano Properzi (vedi locandina).
Sabato 26 maggio alle 18.30, quindi, Proscenio Teatro presenterà Fedra (Phaedra) una tragedia di Lucio Anneo Seneca, filosofo, drammaturgo e politico dell’antica Roma.
Sarà preceduta alle 17 dalla presentazione ufficiale della manifestazione.
Nella giornata di domenica, al mattino si svolgerà la passeggiata, al pomeriggio gli spettacoli teatrali.
Il ritrovo sarà alle 9.30 al Belvedere Valdaso, di fronte alla porta di accesso alla piazza di Monte Rinaldo, per la registrazione dei partecipanti di un percorso che condurrà “alla scoperta del borgo e dell’antica via che porta alla valle dell’Aso”.
L’arrivo previsto all’Area Archeologica La Cuma è alle 11.30, con visita guidata del santuario ellenistico romano.
Un modo per valorizzare e far conoscere soprattutto ai giovani l’importante sito storico dove verrà allestita per l’occasione una suggestiva location.
Oltre alla possibilità di mangiare presso il punto ristoro allestito nei pressi dell’Area, alle ore 15 inizieranno gli spettacoli: Facies Phaedrae, a cura del Proscenio teatro lab; alle 17 Edipo, un rito funebre, con i ragazzi di Orateatro, gruppo del liceo scientifico Onesti di Fermo.
La giornata sarà conclusa alle 21 da un concerto della cantante Serena Abrami, cantautrice italiana già finalista di Musicultura, partecipante di X-factor e Sanremo, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Ivano Fossati, Max Gazzè, Nicolò Fabi.
In locandina il cartellone con il programma.
www.cumateatro.it | info@cumateatro.it | 0734 777121
Info passeggiata archeologico-naturalistica di domenica 27 maggio.
La passeggiata condurrà dal paese di Monte Rinaldo fino alla sua meravigliosa area archeologica “La Cuma”.
Pochi chilometri immersi nell’ambiente naturale e rurale attuale, proiettandosi in quello dell’età ellenistica.
Un racconto dedicato alla natura che abbracciava il santuario ellenistico-romano eretto tra il III e II secolo a.C., natura che ha influenzato la scelta del luogo di costruzione del tempio e ne ha condizionato lo sviluppo e la decadenza nei secoli successivi.
La passeggiata gratuita, si snoderà attraverso sentieri rurali e strade di campagna nel territorio di Monte Rinaldo e sarà un percorso facile di pochi chilometri, prevalentemente in discesa e caratterizzato dalle splendide vedute panoramiche sul paesaggio della Valle dell’Aso e dei Monti Sibillini.
Al termine della passeggiata si terrà una visita guidata dell’area archeologica.

Dettagli passeggiata:
Difficoltà: T
Lunghezza: 4 km circa
Dislivello: 50 m. (il percorso è prevalentemente in discesa)
Durata: 2 ore circa (comprese le soste)
Consigliate scarpe comode e acqua al seguito.
Al termine della passeggiata, possibilità di tornare alle auto con bus navetta.

Informazioni e iscrizioni Stefano Properzi:
3383365114 (anche WhatsApp)
steproperzi@gmail.com
Iscrizione consigliata entro sabato 26 Maggio ore 15:00.
Il ritrovo è fissato per le ore 09:30 presso il paese di Monte Rinaldo (Fm) in via Roma (Belvedere).

mercoledì 16 maggio 2018

Vini d'Autore Terre d'Italia 2018, Lido di Camaiore

Vini d'Autore - Terre d'Italia
VI edizione
Domenica 20, Lunedì 21 maggio 2018 - Una Hotel Versilia - Lido di Camaiore (Lu)
via Sergio Bernardini 335/337
Domenica 20 e lunedì 21 maggio torna Vini d'Autore - Terre d'Italia, la manifestazione nata per omaggiare l'eccellenza enoica del Bel Paese attraverso un viaggio virtuale e sensoriale ad alto tasso di coinvolgimento.
Anche per questa VI edizione saranno 80 i protagonisti presenti ai banchi di assaggio, provenienti da pressoché tutte le regioni, pronti per raccontare, attraverso le loro etichette più rappresentative, la storia dell'azienda e le nuove produzioni.
Un parterre unico e prezioso che vedrà la partecipazione di:
AIA VECCHIA (Toscana - Bolgheri), ANDREOLA (Veneto - Valdobbiadene), BARONE DI VILLAGRANDE (Sicilia - Etna e Salina), BARONE PIZZINI (Lombardia - Franciacorta), BECONCINI PIETRO AGRICOLA (Toscana -San Miniato), BINDELLA (Toscana - Montepulciano), BRICCO MAIOLICA (Piemonte - Langhe), CA' DEI FRATI (Lombardia - Lugana), CA' DEL BRIC (Piemonte - Monferrato), CA' MAIOL (Lombardia - Lugana), CANTINA DI CARPI E SORBARA (Emilia - Modena), CANTINA PRODUTTORI BOLZANO (Alto Adige), CANTINA TRAMIN (Alto Adige - Termeno), CANTINA VALLE ISARCO (Alto Adige - Valle Isarco), CASALE DEL GIGLIO (Lazio - Latina), CASTELLARI ISOLA DEL GIGLIO (Toscana - Isola del Giglio), CASTELLO DI NEIVE (Piemonte - Langhe), CASTELLO DI RADDA (Toscana - Chianti Classico), CASTELVECCHIO (Friuli - Carso), CLARABELLA (Lombardia - Franciacorta), COLTERENZIO (Alto Adige), FATTORIA DEI BARBI (Toscana - Montalcino), FATTORIA DI MAGLIANO (Toscana - Maremma), FATTORIA DI MONTECHIARI (Toscana - Montecarlo), FIRRIATO (Sicilia), FORLINI CAPPELLINI (Liguria-Cinque Terre) FRECCIAROSSA (Lombardia - Oltrepò Pavese), ETTORE GERMANO (Piemonte-Langhe), GIACOMELLI (Liguria - Colli di Luni), HARTMANN DONA' (Alto Adige - Merano), KETTMEIR (Alto Adige), LA BELLANOTTE (Friuli - Isonzo), LA COLOMBIERA (Liguria - Colli di Luni), LA MONTINA (Lombardia - Franciacorta), LA PIETRA DEL FOCOLARE (Liguria - Colli di Luni), L'ARMANGIA (Piemonte - Monferrato), LEONE DE CASTRIS (Puglia - Salento), L'ERTA DI RADDA (Toscana - Chianti Classico), LIS NERIS (Friuli - Isonzo), MARCARINI (Piemonte - Langhe), MARCHESI DI BAROLO (Piemonte - Langhe), MILA VUOLO (Campania - Salerno), MONSUPELLO (Lombardia - Oltrepò Pavese), MONTEMERCURIO (Toscana - Montepulciano), MONTEPELOSO (Toscana - Val di Cornia), MORA & MEMO (Sardegna - Serdiana), MOSER (Trentino - colline di Trento e Val di Cembra), MOSNEL (Lombardia - Franciacorta), MURI GRIES TENUTA CANTINA DEL CONVENTO (Alto Adige - Gries), NEGRO ANGELO E FIGLI (Piemonte - Langhe e Roero), PALA (Sardegna - Serdiana), PALTRINIERI (Emilia - Sorbara), PANTALEONE (Marche - Piceno), PICCHIONI ANDREA (Lombardia - Oltrepò Pavese), PIEVALTA (Marche - Castelli di Jesi), PODERE SAPAIO (Toscana - Bolgheri), ROAGNA (Piemonte - Langhe), RUGGERI (Veneto - Valdobbiadene), SAN LEONARDO (Trentino), SORDO GIOVANNI (Piemonte - Langhe), TENUTA DI CASTELLARO (Sicilia - Lipari), TENUTA DI TAVIGNANO (Marche - Castelli di Jesi), TENUTA MARIANI (Toscana - Versilia), TENUTE CISA ASINARI DEI MARCHESI DI GRESY (Piemonte - Langhe), TIARE (Friuli - Collio), TORRE DEI BEATI (Abruzzo - Loreto Aprutino), VAJRA (Piemonte - Langhe), VAL DELLE ROSE (Toscana - Maremma), VALLAROM (Trentino), VENICA & VENICA (Friuli - Collio), BRUNO VERDI (Lombardia - Oltrepò Pavese), VIGNALTA (Veneto - Colli Euganei), VIGNETI LE MONDE (Friuli - Grave), VILLA A SESTA (Toscana - Chianti Classico), VILLA CRESPIA (Lombardia - Franciacorta), VIVERA (Sicilia - Etna).
La degustazione a cui prenderanno parte wine lovers, giornalisti ed operatori del settore, potrà contare sulla presenza di oltre 400 vini in rappresentanza di territori celebri e dal fascino eterno così come di distretti meno noti ma oltremodo intriganti.
Sarà il prestigioso Una Hotel Versilia di Lido di Camaiore, a pochi passi dal mare, ad ospitare nuovamente l'attesissima kermesse; una location unica e luminosa ideale per trascorrere un’intensissima due giorni tra Bacco e mare.
La manifestazione è ideata e organizzata dal gruppo che dal 1999 dà forma e sostanza alla testata on line L'AcquaBuona www.acquabuona.it specializzata nell'informazione e nell'approfondimento su enogastronomia ed agroalimentare di qualità; un gruppo che da undici anni è anche ideatore ed organizzatore di Terre di Toscana, fra le più importanti manifestazioni dedicate al vino toscano, alla quale ogni anno prendono parte 130 produttori ed oltre 3000 visitatori fra giornalisti, buyer, ristoratori, enotecari, distributori ed appassionati.
La manifestazione si avvale del Patrocinio del Comune di Camaiore.

Orari:
domenica dalle 11.30 fino alle 19 e lunedì dalle 11.30 fino alle 18.30.
Ingresso:
€ 25 (l’ingresso dà diritto a degustare tutti i vini presenti).
Ingresso ridotto € 20 per i soci AIS, FISAR, ONAV, AIES, SLOW FOOD, TOURING, ASPI e abbonati al notiziario de L’AcquaBuona.
Per tutta la giornata di domenica sarà disponibile gratuitamente, per i partecipanti all'evento, un servizio di navetta dalla stazione di Viareggio alla manifestazione e dalla manifestazione alla stazione di Viareggio.

Per accrediti operatori e stampa:
http://www.vinidautore.info
VINI D'AUTORE - TERRE D'ITALIA - UNA Hotel Versilia -
via Sergio Bernardini ex Viale Colombo, 335/337
Per informazioni:
info@acquabuona.it
335.6814021 - 339.1177267 -328.6486660
www.acquabuona.it
www.vinidautore.info

lunedì 14 maggio 2018

Artevinando 2018, album foto Google

Sabato 12 e domenica 13 maggio degustazioni al Diamond Palace di Porto Sant'Elpidio (Fm) nell'ambito di Artevinando 2018, cartellone di eventi curato dall'Associazione Di Arte in Vino di Sant'Elpidio a Mare (Fm) giunto alla 4^ edizione.
Album foto Google di Rinaldo Marcaccio:
https://photos.app.goo.gl/PDLK1qvyYyCHdpsF3

giovedì 10 maggio 2018

DiVino in Vino 2018 ad Offida, degustazioni Pecorino.

"DiVino in Vino-Passerina&Pecorino" è l'evento organizzato in collaborazione con Consorzio Vini Piceni e Piceno Open, da Spazio Vino, wine bar la cui gestione è affidata a Cooperativa Oikos negli spazi del trecentesco ex Monastero di San Francesco sede dell'Enoteca Regionale Marche.
Da sabato 28 aprile a martedì 1 maggio 2018, sono state messe in degustazione le ultime annate di Passerina e Pecorino a Denominazione Offida e a Denominazione Falerio Pecorino, di una ventina di aziende operanti nelle province di Ascoli Piceno e Fermo.
In premessa alle note di degustazione, vorrei fare alcune considerazioni di carattere generale, inerenti le modalità organizzative, per sottolineare come, all'interno di una pur lodevole iniziativa promozionale, anche dosi minime di approssimazione possano rischiare di pregiudicare i buoni propositi.
Mi riferisco in particolar modo, all'assenza di qualsiasi supporto informativo o documentale all'interno della manifestazione offidana, in lingua per i visitatori italiani e aggiungerei in traduzione per la quota parte di visitatori esteri in costante crescita.
Supporti ormai necessari per darsi prospettiva e per connettersi con un parco consumatori in continuo divenire, oggi più che mai interessato a conoscere, ad esplorare territori, a coglierne l'identità.
Avanzato questo rilievo ascrivibile senz'altro a "lieve lacuna organizzativa", procederei con le note di degustazione di Pecorino di aziende vinicole meno note, sia al grande pubblico che al sottoscritto☺
Offida Pecorino Docg '17 Bakchai - alcool 13%
Vigneti Bonaventura
La neonata azienda di Acquaviva Picena (AP) presenta questo Pecorino sui generis, certificato biologico, vinificato in acciaio, sullo scaffale a circa 16 euro.
Giallo paglia, tendente al verde oro.
Profumi di lieviti, crosta di pane, sentori di tipo vegetale, erba fresca, sambuco.
Dopo breve ossigenazione i caratteri fruttati, l'agrume, il frutto tropicale e a polpa gialla, l'ananas, non consueti per la tipologia, tornano in tutta evidenza anche al palato.
Recupero varietale nel finale, sapido, acidico.
Falerio Pecorino Doc '17 Letix - alcool 13,5%
Le Cantine di Figaro
L'azienda di Carlo Vicari con sede a Ripatransone (AP), presenta questo Falerio Pecorino dal colore giallo paglia tendente al verde, limpido.
Naso non particolarmente espressivo, necessita di ossigenazione.
In ogni caso, media intensità, pomacea, sentori vegetali, mineralità.
In bocca recupera.
Polpa d'agrume, nespola, ricco di corpo, citrino, sapido, lungo.
Tratto varietale.
Offida Pecorino Docg '16 Falchetti - alcool 13%
San Michele a Ripa
L'azienda di Ripatransone (AP) presenta questo Pecorino di color giallo paglierino verdolino scarico.
Modesta intensità olfattiva, frutta fresca, lieviti, mineralità.
Palato citrino, pulito.
Vino d'entrèe.
Falerio Pecorino Doc '17 Ribelle - alcool 14%
Cantina Bastianelli
L'azienda posta al confine tra le province di Fermo e Macerata (sede operativa: contrada San Rustico 57 a Monte San Pietrangeli -Fm-, sede legale: via Mascagni 49 a Monte San Giusto -Mc-) presenta questo Falerio Pecorino dal colore giallo paglia piuttosto carico, luminoso, con riflessi oro.
Media intensità olfattiva, impatto minerale.
Sapido al palato, connotato di frutto fresco, mela, pera, anice.
Tratto varietale, corposo.
Offida Pecorino Docg '15 - alcool 14,5%
Le Vigne di Clementina Fabi
L'azienda di Montedinove (AP) propone questo Pecorino, che a tre anni dalla vendemmia mantiene frutto e dinamismo.
Giallo paglia, non particolarmente carico, limpido.
In linea con lo standard della tipologia, denota modesta intensità olfattiva: morigerato nei toni, ma armonico.
Lieviti, polpa fruttata, pomacea e frutto esotico, impronta minerale e sfumature mandorlate, caratterizzano il quadro; solida è l'impalcatura sapida, il frutto, l'agrume, la carica acidica.
La valutazione non può che essere positiva.
Offida Pecorino Docg '17 Davore - alcool 14%
Le Canà
L'azienda di Carassai (AP) propone questo Pecorino dal colore giallo paglierino verdolino scarico, limpido, con qualche effetto rifermentativo evidente anche in foto.
Vino ancora acerbo, piuttosto chiuso al naso, spunti di tipo vegetale, pomacea, anice, crosta di pane, sbuffi sulfurei; si giova di ossigenazione.
In bocca recupera; il solletico da rifermentazione finisce per non dispiacere.
Polpa d'agrume, frutto esotico, sfumature cremose, stemperano le pungenze varietali.
Carica acidica a chiudere.
Offida Pecorino Docg '17 - alcool 13,5%
Tenute del Borgo
L'azienda di Cossignano (AP) presenta questo Pecorino dal colore giallo paglierino tendente al verde, piuttosto scarico.
Fiore di tiglio, frutto esotico, pera, agrume, mandarino, accenni di vaniglia.
Quadro oggettivamente intrigante, dinamico, con caratteri di avvolgenza più al naso che al gusto, laddove torna decisa l'impronta varietale, la carica acidica, la sapidità ancora viva in fase retrogustativa.
In sintesi a concludere, mi pare di poter rilevare come carica acidica, sapidità, modesta intensità olfattiva siano il denominatore comune tra i vari Pecorino degustati, forse con la sola eccezione del Bakchai di Vigneti Bonaventura, dotato di quadro gustolfattivo ricco di profumi, di frutto esotico, immediato ed attrattivo, tuttavia rivelatore, secondo il mio punto di vista, di un assemblaggio con altra uva semiaromatica, peraltro consentito da disciplinare.
I Pecorino si caratterizzano quindi, nella generalità dei casi, per un'anima aspra, che in vinificazione con controllo di temperature, sosta sur lies, criomacerazione o quant'altro funzionale ad estrarre profumi e sapori, può essere stemperata, ma non modificata.
Spazio Vino wine bar-enoteca

lunedì 7 maggio 2018

Artevinando 2018, programma Diamond Palace

Sabato 12 e domenica 13 maggio degustazioni al Diamond Palace di Porto Sant'Elpidio (Fm) nell'ambito di Artevinando 2018, cartellone di eventi curato dall'Associazione Di Arte in Vino di Sant'Elpidio a Mare (Fm) giunto alla 4^ edizione.
🍷 SABATO 12 MAGGIO
Presentazione dell’evento "Artevinando" in presenza delle seguenti autorità: Regione Marche, Provincia di Fermo, Comune di Sant’Elpidio a Mare, Comune di Porto Sant’Elpidio, Camera di Commercio di Fermo, Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo.
A seguire degustazione dei vini provenienti da 21 aziende vitivinicole marchigiane.
Dalle ore 16.00 alle ore 20.30 presso Diamond Palace di Porto Sant’Elpidio | Ingresso libero - Calice degustazioni € 8.
🍷 DOMENICA 13 MAGGIO
Degustazione dei vini provenienti da 20 aziende vitivinicole marchigiane.
Coordinatore: Tiziano Zengarini giornalista.
Mostra fotografica a cura di Noris Cocci.
Dalle ore 16.00 alle ore 20.30 presso Diamond Palace di Porto Sant’Elpidio | Ingresso libero - Calice degustazioni € 8.

Elenco espositori:
Bonci Cupramontana (An)
Bruscia San Costanzo (PU)
Cantina Vittorini Monsampietro Morico (Fm)
Cantine D'Ercoli Cossignano (AP)
Capinera Morrovalle (Mc)
Casalis Douhet Porto Potenza Picena (Mc)
Castrum Morisci Moresco (Fm)
Cherri Acquaviva Picena (AP)
Ciù Ciù Offida (AP)
Lucchetti Morro d'Alba (An)
Lumavite Rapagnano (Fm)
Mancinelli Morro d'Alba (An)
Moncaro Montecarotto (An)
Cantina Ortenzi Fermo (Fm)
Rio Maggio Montegranaro (Fm)
Santa Liberata Lido di Fermo (Fm)
Sant'Isidoro Colbuccaro (Mc)
Saputi Colmurano (Mc)
Socci Castelplanio (An)
Tenuta di Tavignano Cingoli (Mc).

12 maggio – 13 maggio
dalle ore 16:00 alle ore 20:30
Diamond Palace
via dell'Economia 9, 63821 Porto Sant'Elpidio (Fm)

Album foto 4^ edizione:

venerdì 4 maggio 2018

Trota e Verdicchio, Grand Tour delle Marche 2018

A Sefro (Mc), anteprima golosa per il Grand Tour delle Marche 2018.
Menù per “esploratori” del gusto, pesca sportiva, escursioni inedite e week end personalizzati, per celebrare il connubio del gusto tra trota e Verdicchio.
Acque cristalline, ambiente incontaminato, sapienti tradizioni gastronomiche.
Queste le parole magiche che aprono lo “scrigno delle sorprese” proposto dall’edizione 2018 del Grand Tour delle Marche.
Altopiano Montelago
"La Trota e il Verdicchio" è la manifestazione, unica nel suo genere, che domenica 13 maggio a Sefro, nell’entroterra della provincia di Macerata, consentirà a gourmet ed “esploratori del gusto” di avventurarsi lungo inediti percorsi esperienziali.
L’occasione è rappresentata dall’incontro goloso tra due tipicità del territorio: la trota, appunto, ed il Verdicchio di Matelica, un vino che può fregiarsi della Docg e indubbiamente uno dei bianchi italiani più apprezzati a livello internazionale.
Pochi sanno che il comune di Sefro, attraversato dal torrente Scarsito che scorre alle pendici del suggestivo altopiano di Montelago, può essere considerato a pieno titolo la “capitale” del prelibato pesce amante delle gelide e limpide acque di montagna.
Infatti, in questo piccolo quanto pittoresco centro dell’Appennino umbro-marchigiano ha la sua sede il principale produttore europeo di trote.
Giunta alla quinta edizione, la manifestazione si è consolidata intorno ad un gruppo di osti e ristoratori che, nel tempo, hanno affinato con maestrìa l’arte di rendere “nobile” la trota, proponendola in molteplici variazioni sul tema.
Nei menù proposti per la circostanza, compagno di viaggio “a tavola” è il Verdicchio di Matelica, con la sua inconfondibile connotazione e la tempra identitaria che lo contraddistingue.
Trekking e turismo “attivo” faranno da contraltare ai piaceri della tavola, con passeggiate a cavallo e con gli asinelli, con itinerari in grado di far apprezzare il grande valore ambientale di questo territorio.
Per l’occasione sono previste aperture speciali, tra le quali quella del “Museo della storia contadina” e ci sarà la possibilità di approfittare dell’adiacente lago di pesca sportiva.
Sefro (Mc)
torrente Scarsito
La Trota e il Verdicchio segna il debutto in anteprima del Grand Tour delle Marche 2018, il circuito di eventi “esperienziali” varato da Tipicità ed ANCI Marche in occasione di EXPO 2015, per raccontare questa sorprendente regione attraverso caratteristici eventi incentrati sui temi del cibo e della manualità.

Nella piattaforma del Grand Tour delle Marche www.tipicitaexperience.it l’opportunità di costruirsi esperienze di viaggio personalizzate.
Info:
www.tipicitaexperience.it
segreteria@tipicita.it
0734.225237