lunedì 20 novembre 2017

Premio San Martino d’Oro 2017, Fermo

La manifestazione organizzata da Associazione Culturale Armonicamente in collaborazione con Marca Fermana, Comune di Fermo, Camera di Commercio di Fermo, intende promuovere le eccellenze enologiche della provincia di Fermo e realizzare, nel medio termine, l’ambizioso progetto di una “Strada del Vino del Fermano”.
Piazza del Popolo a Fermo
Calendario articolato, fitto di eventi (degustazioni, convegni, musica in piazza, concorso fotografico, artigianato) iniziato il 3 novembre, concluso il 19 novembre in Piazza del Popolo a Fermo, con la proclamazione del vincitore del concorso riservato ai vini del Fermano.
Questa 3^ edizione del concorso ha visto la partecipazione di 18 aziende vinicole, che hanno presentato 32 vini: 14 bianchi, 1 metodo classico, 17 rossi.
La giuria composta da otto membri in rappresentanza di produttori, sommeliers e associazioni di categoria, si è riunita domenica 5 novembre presso Hotel Astoria di Fermo, decretando il vincitore e 6 menzioni speciali.
I risultati ufficiali del concorso sono stati comunicati e i vini degustati, nel corso di una serata conviviale presso Enoteca Bar a Vino in Piazza del Popolo a Fermo, domenica 19 novembre.
Risultati concorso
1° classificato:
- Marche Bianco Igt '15 Crocifisso (Pecorino e Sangiovese vinificato in bianco), Cantina Vittorini di Nico Speranza.
Premiazione vincitore
Menzioni speciali:
- Brut Metodo Classico '14 Mont'illi (Passerina e Sangiovese vinificato in bianco, 28 mesi sur lies), Casale Vitali.
- Marche Igt '16 Refolo (Malvasia), Cantina La Pila.
- Falerio Pecorino Doc '16, Cantina Di Ruscio.
- Rosso Piceno Doc '13 Contrada Vallone (Montepulciano, Sangiovese), Tenute Rio Maggio.
- Marche Rosso Igt '14 Abate Pietro (Montepulciano, Syrah), Le Corti dei Farfensi.
- Marche Rosso Igt '14 Crismòn (Montepulciano), Le Vigne di Franca.
Panoramica da Piazzale Azzolino a Fermo

venerdì 17 novembre 2017

La Terra Trema 2017, Milano

Folletto 25603 e Leoncavallo s.p.a.
24, 25 e 26 novembre 2017
LA TERRA TREMA
Fiera feroce • Cibi, vini, cultura materiale • XI edizione
Nei territori. La Feccia.
La Terra Trema torna a Milano per accogliere le centinaia di storie di agricoltura e viticoltura chiamate a raccontarsi in prima persona.
Una celebrazione annuale lunga tre giorni nel corso dei quali alle narrazioni si alterneranno concerti, presentazioni, degustazioni guidate, laboratori.
Festa e non soltanto festa.
Da oltre undici anni.
Rimane necessario fare i conti con le più recenti politiche su città e agricoltura, politiche che lasciano poco margine alla gioia, alla spensieratezza.
Diacroniche e bipolari.
Città e politiche si chiudono a riccio, in difesa di una scala di economie escludente e predatoria, usando paradossalmente una nomenclatura appetitosa: food policy, food district, city of food.
Un lessico godurioso e conviviale che ammicca al bel vivere, a presunte socialità felici, ma che nasconde solite dinamiche di capitalizzazione, private e violente, esclusive, per pochi, sempre gli stessi.
Nelle campagne la piccola produzione agricola e quella vitivinicola rimangono ostracizzate nella forma e nella pratica dalle disposizioni delle grandi aziende dell’agroindustria, dalle multinazionali, dalla GDO, dalle imprese milionarie che si vedono regalare un sistema di protezione costruito su misura.
A chi fa piccola agricoltura di qualità, nulla è dovuto, nulla è chiesto, spazio non ne è dato.
Deve tirare fuori i denti, combattere, costruire resistenza verso chi tenta di intralciare l’enorme lavoro culturale che compie nel quotidiano per la tutela dell’eccellenza reale e viva in Italia.
Nelle città le cose vanno anche peggio.
Respingono, innalzano muri, elevano a potenza il proprio potere decisionale sulle vite dei singoli in nome di vessilli nuovi: decoro, rigenerazione.
E si continua a escludere e si condanna all’esilio chi non è conforme ai canoni proposti, chi non è economicamente appetibile, chi non risponde ai precetti del capitalizzare i territori, i quartieri, le vite.
Ed è un fiorire e rifiorire sulla miseria, sulle deportazioni, sulla chiusura.
Uomini, donne, luoghi allontanati.
Nel nostro dirci materia fecciosa e insolvibile, racaille, vogliamo che queste riflessioni siano occasione di confronto nell’imminente edizione de La Terra Trema il 24, 25, 26 Novembre 2017 al Leoncavallo, Spazio Pubblico Autogestito.
Con l’augurio di ritrovarci ancora insieme.
Venerdì e Sabato ore 15-22
Domenica ore 13-20
Info, contatti, espositori, programma:
info@laterratrema.org
Leoncavallo spazio pubblico autogestito via Watteau 7 - Milano.
Folletto 25603 (Abbiategrasso, MI).
Sarà una fiera del tutto nuova; vi si assaggeranno i vini di ogni parte d’Italia. Festeggeremo la vita”. Luigi Veronelli, prima edizione di /Terrà e Libertà/Critical Wine al Leoncavallo, dicembre 2003.

martedì 14 novembre 2017

Mercato FIVI 2017, Piacenza Expo

7° Mercato dei Vini FIVI: a Piacenza i vignaioli e il loro mondo.
Il 25 e 26 novembre più di cinquecento Vignaioli Indipendenti riempiranno i saloni di Piacenza Expo per la settima edizione del Mercato dei Vini della FIVI.
Due giorni dedicati alla scoperta di chi si occupa completamente del suo vino, seguendo in prima persona l’intero ciclo di produzione, dalla vigna alla cantina.
Due giorni ricchi di assaggi, incontri e approfondimenti.
Quattro le degustazioni, due il sabato e due la domenica, in cui i produttori stessi racconteranno la loro esperienza, i loro vini, i loro territori.
Una sarà dedicata alla Vernaccia di Montenidoli di Elisabetta Fagiuoli, una al mondo del Colfòndo attraverso sei diversi produttori e guidata da Giulia Cavalleri.
Due le verticali: una dedicata al Cuvèe Bois de Les Cretes di Costantino Charrère e una al Sassella Rocce Rosse di ArPePe.
Gli Artigiani del cibo, saranno presenti con specialità gastronomiche da diverse regioni italiane: ci saranno salumi, formaggi, pani speciali e molto altro ancora.
Sabato 25 ci sarà la consegna delle targhe ai nuovi punti di affezione FIVI (locali che hanno in carta i vini dei Vignaioli Indipendenti e che possono esporre lo stemma dell’associazione nel loro locale) e il Premio Romano Levi al Vignaiolo dell’anno, premio che l’anno scorso era stato attribuito a Luigi Gregoletto, vignaiolo in Conegliano-Valdobbiadene.
(fonte: www.fivi.it)
Piacenza Expo - Quartiere Fieristico di Piacenza
Frazione Le Mose - Via Tirotti 11, 29122 Piacenza
Sabato 25 e Domenica 26 novembre dalle ore 11 alle ore 19.
Ingresso: € 15.00 per un giorno, € 20.00 per due giorni.
(il biglietto è comprensivo di calice per degustazioni)
Ingresso ridotto: € 10.00 per un giorno per soci AIS – FIS – FISAR – ONAV – AIES e SLOW FOOD
(il socio deve mostrare tessera valida dell’anno in corso).
Info, programma, ticket on line:
http://www.mercatodeivini.it/informazioni-generali/programma/
0523 602711

La FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) ha lo scopo di rappresentare la figura del vignaiolo di fronte alle istituzioni, esprimendone le problematiche specifiche e proponendo misure economiche e norme legislative indirizzate allo sviluppo sostenibile e razionale del settore viticolo su scala locale, nazionale ed europea.
info@fivi.it
http://www.fivi.it/
366 389 8705

venerdì 10 novembre 2017

Florence Wine Event 2017, Firenze

Il FlorenceWineEvent compie 10 anni e torna in Oltrarno.
Si svolgerà il 18 e 19 novembre al Vecchio Conventino.
Tante nuove aziende da scoprire, i vini pugliesi del Due Mari WineFest, i Sake artigianali di Firenze Sake, i vini del Consorzio Wine Orchestra, le aziende selezionate del Comune di Lastra a Signa, le degustazioni guidate di Leonardo Romanelli, le novità dal mondo del mixology a cura dell’Enoteca Alessi.
Firenze, 9 novembre 2017 - Una location importante per festeggiare un anniversario importante: il Florence Wine Event, il più antico evento di vino a Firenze, compie 10 anni e torna nel quartiere più cool di Firenze, dove è nato, l'Oltrarno.
La dodicesima edizione (12 edizioni in dieci anni) della manifestazione enogastronomica, si svolgerà il 18 e 19 novembre nei bellissimi saloni del Vecchio Conventino in via Giano della Bella 20, tra San Frediano e Bellosguardo.
L’edificio, risalente al 1896, è un ex–convento di proprietà del Comune di Firenze; dal 2015 ospita il centro per l'Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana gestito da Artex, con Cna e Confartigianato.
E’ la casa degli Artigiani Fiorentini.
Un luogo autentico che ben si sposa con il carattere popolare e divulgativo del Florence Wine Event, nato con l'intento di far scoprire e assaggiare vini da tutta Italia al grande pubblico ad un costo accessibile.
Come sempre sarà vincente la formula: alle tradizionali degustazioni delle più importanti etichette del territorio italiano spiegate dai produttori, si aggiunge infatti il mercato a chilometro zero.
Ogni stand infatti, proporrà anche la vendita diretta dei vini in assaggio.
Il pubblico potrà quindi acquistare subito il vino preferito direttamente dal produttore.
L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Promowine in collaborazione con CNA Firenze, Officina Creativa by Artex, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana e del Comune di Firenze.
La parola d’ordine di questo FWE del decennale è 'novità'.
Oltre il 50 % delle aziende presenti alla manifestazione enogastronomica sono assolute “new entry”, i loro prodotti non sono mai stati presentati a Firenze e il Florence Wine Event rappresenta la prima occasione di debutto nei confronti del grande pubblico.
Vini Bio protagonisti.
Anche gli amanti del “bere naturale” saranno i benvenuti dal momento che le aziende con agricoltura biologica e biodinamica saranno molte e porteranno vini di eccellenza.
Tra le nuove collaborazioni di questa edizione segnaliamo quella con il Festival della città di Taranto, il “Due Mari WineFest”, che avrà a Firenze uno spazio tutto “pugliese” con vino e golosità.
A giugno il FWE sarà ospite con una selezione di cantine toscane a Taranto.
Fra gli stand ci sarà anche l'associazione “Le Donne del Vino” della Toscana, presente con una selezione molto rappresentativa dei vini prodotti dalla Associate.
Sabato 18 alle ore 18 Roberta Capanni e Nadia Fondelli presenteranno il libro “Donne del vino in Toscana”.
E poi ancora il Consorzio Wine Orchestra, che porta aziende vitivinicole da tutta Italia e tante aziende del Sud provenienti dalla Sicilia e dalla Campania.
Ovviamente la Toscana sarà ben rappresentata in tutti i suoi territori: Chianti Classico, Brunello di Montalcino, la Lunigiana, la Maremma, l’area del Valdarno, il Mugello e i Colli Fiorentini.
Direttamente dal Giappone arrivano gli straordinari Sake artigianali: per la prima volta in degustazione in Italia, importati dal dinamico Giovanni Baldini della “Firenze Sake”, arrivano gli stuzzichini “japan style” dello chef del ristorante giapponese Cuore di via Romana.
Protagoniste le nuove tendenze del mixology con un corner “Enoteca Alessi” di Firenze, dove assaggiare cocktails preparati al momento da due noti barman.
Inoltre degustazioni guidate la domenica 19 a cura di Leonardo Romanelli: saranno tre appuntamenti a numero chiuso e su prenotazione, su terroir e vini.
Si assaggieranno i “Syrah di Cortona”, “Trebbiani” i vini bianchi di una volta e una selezione di “Cabernet Franc” toscani.
Non solo vino: ci sarà infatti l’area ristoro con prodotti del territorio e chef dell'Oltrarno, protagonisti Luca Cai dell'Osteria Tripperia il Magazzino e Cuore, ristorante giapponese.
"Siamo veramente orgogliosi di festeggiare il nostro decennale in Oltrarno, che rappresenta il nostro luogo del cuore visto che siamo partiti proprio da lì dieci anni fa. E' un po' come tornare alle origini per rendere omaggio al quartiere che ci ha tenuto a battesimo e ci ha portato fortuna visto che dopo 10 anni siamo ancora qui”, ha dichiarato il direttore generale della manifestazione Riccardo Chiarini. 
INFORMAZIONI
L’evento si svolgerà (anche in caso di maltempo) sabato 18 novembre dalle ore 15 alle 23 e domenica 19 dalle ore 12 alle 21.
Ingresso € 15: drink card con degustazioni a scelta, brochure e calice (a cauzione) con tracollina.
La cassa chiude un’ora prima del termine della manifestazione.
Il pubblico potrà acquistare le bottiglie di vino direttamente dall’azienda preferita.
Per informazioni e programma: www.florencewinevent.com
Florence Wine Event
Organizzato da Promowine
Direzione Riccardo Chiarini

mercoledì 8 novembre 2017

Enologica 2017, Bologna

Enologica è il Salone del Vino e del Prodotto Tipico dell’Emilia Romagna, giunto alla 20° edizione, organizzato da Enoteca Regionale Emilia Romagna e curato da Giorgio Melandri.
Dal 18 al 20 novembre, 120 fra produttori e cantine della regione porteranno nel salone del Podestà di Palazzo Re Enzo a Bologna il meglio delle loro produzioni.
Orari di apertura:
sabato 18 novembre 2017 dalle 11 alle 21
domenica 19 novembre 2017 dalle 11 alle 20
lunedì 20 novembre 2017 dalle 11 alle 19.
La biglietteria chiuderà un'ora prima della chiusura dell'evento.

Ingresso per il pubblico € 20 (valido un giorno).
Ingresso per operatori accreditati Horeca, GDO, Import Export, Distributori (presentando alla cassa il biglietto da visita aziendale) € 10 (valido un giorno).
Ingresso soci AIES, AIS, FISAR, ONAV e ASPI (presentando alla cassa la tessera in corso di validità) € 10 (valido un giorno).
Il biglietto di ingresso è personale, non cedibile e dà diritto all'accesso alla manifestazione per tutte e tre le giornate.
Enologica 2017 - Salone del Vino e del Prodotto Tipico dell'Emilia Romagna
18/19/20 novembre
Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno, 1/C, Bologna
Tel 0542 367700
commerciale@enotecaemiliaromagna.it
http://www.enologica.org

lunedì 6 novembre 2017

Appassimenti Aperti 2017, Serrapetrona.

Domenica 12 e 19 novembre, il suggestivo borgo di Serrapetrona, in provincia di Macerata, nella regione Marche, si apre ai visitatori con Appassimenti Aperti.
La manifestazione giunta alla 11^ edizione, celebra il gusto della Vernaccia Nera il vitigno autoctono alla base del Serrapetrona Docg, unico vino rosso spumante docg in Italia ottenuto da tecnica di produzione che prevede ben tre fermentazioni, e del Serrapetrona Doc che è un vino fermo.
Le piazze del piccolo paese marchigiano e le cantine che danno vita all'evento, ospiteranno stand e degustazioni pubbliche.
Le degustazioni in piazza e le visite in cantina saranno possibili domenica 12 e domenica 19 novembre, dalle ore 11 alle ore 19.
Le navette per visitare gli appassimenti partiranno dalle ore 14 in via A. Moro: il servizio è gratuito.
Sia in piazza che nelle varie cantine è possibile acquistare il calice e il buono per le degustazioni.
Gli appassimenti sono i luoghi dove le uve dopo la vendemmia vengono riposte ad appassire, disposte in cassette o appese al soffitto.
stanza d'appassimento
Le cantine di Appassimenti Aperti 2017:
Azienda Agricola Alberto Quacquarini | Azienda Agricola Colleluce | Azienda Agricola Lanfranco Quacquarini | Cantine Fontezoppa | Podere sul Lago | Terre di Serrapetrona | Vitivinicola Serboni

Appassimenti Aperti è organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini nell’ambito del piano di promozione sostenuto dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Marche (misura 3.2).

Appassimenti Aperti
Domenica 12 e domenica 19 novembre 2017
Serrapetrona (Macerata)
web: www.appassimentiaperti.it
facebook: Appassimenti aperti
email: info@appassimentiaperti.it ; comune@serrapetrona.sinp.net
tel: 0733.908321 (Comune di Serrapetrona, via G. Leopardi 18)

venerdì 3 novembre 2017

Merano Wine Festival 2017

Il più esclusivo evento nel mondo del vino, celebra il meglio della produzione enologica nazionale ed internazionale.
Giunto alla 26^ edizione anche quest'anno produttori selezionati, operatori, appassionati, giornalisti, si incontreranno al Kurhaus di Merano (Bz) per il piacere di degustare il meglio e il privilegio di poterlo fare in un contesto unico e suggestivo.
Merano WineFestival è una vetrina dell'alta espressione enologica e della cucina di alto livello, ma anche una rassegna di artigiani del gusto che propongono materie prime del loro territorio.
Gli eventi si snoderanno nei quattro giorni del Festival, con degustazioni di vecchie annate, gli Union des Grands Crus de Bordeaux, gli spettacolari show cooking alla GourmetArena, i vini biologici e biodinamici a Bio&Dynamica, Beer Passion, Charity Wine Masterclasses e molto altro ancora.
La quinta giornata sarà dedicata esclusivamente a Catwalk Champagne.
Programma: http://www.meranowinefestival.com/merano-winefestival/programma/
Tickets: http://www.meranowinefestival.com/biglietti/
Accredito stampa: http://www.meranowinefestival.com/accredito-stampa/
Contatti:
Gourmet’s International Srl/GmbH
Via Bernhard-Johannes-Str. 9
I-39012 Merano (BZ)
Ph. +39 0473 21 00 11
F. +39 0473 23 37 20
(dalle 8:30 alle 12:00 – dalle 14:00 alle 17:00)
info@meranowinefestival.com
Post correlato:
Kurhaus
Corso Libertà, 33
39012 Merano (Bz)

mercoledì 1 novembre 2017

Gaslini Alberti Badia di Morrona, degustazione Toscana Igt

Badia di Morrona rappresenta una realtà molto importante per la provincia di Pisa, sia sotto il profilo economico che produttivo.
Dal 1939, quando la famiglia Gaslini Alberti l’ha acquistata, l’azienda Badia di Morrona è stata condotta con lungimiranza e capacità imprenditoriale.
Sono stati rinnovati i vigneti, migliorate costantemente le tecniche di produzione, ristrutturate e ampliate la cantina e la barriccaia per l’affinamento in legno.
Oggi l’azienda produce vino e olio, dispone d'immobili per l'ospitalità agrituristica ricavati da vecchie case coloniche ristrutturate per un totale di 130 posti letto, di un ristorante ed è sede di eventi e cerimonie.
600 ettari di terreno di cui 110 a vigneto, 40 a oliveto, il resto a bosco e seminativo, sono i numeri di un’azienda complessa, che la famiglia Gaslini Alberti gestisce con passione e professionalità, da veri imprenditori del vino.
A conferma di ciò, alla fine degli anni ’90 i Gaslini Alberti acquistano l’azienda Poderi dei Bricchi Astigiani, che rappresenta la sfida della famiglia nei riguardi della terra piemontese.
Il Sangiovese è il vitigno principe di tutta la Toscana; oltre la metà dei 110 ettari di vigneto aziendale sono impiantati proprio con questo vitigno, il resto a Cabernet, Syrah, Merlot, Vermentino, Trebbiano, Malvasia, Chardonnay.
In questo post alcune etichette a Igt, altre etichette a Docg negli allegati.
Toscana Rosso Igt '14 Taneto
alcool 14% - circa € 19
Ottenuto da uve Syrah 70%, Merlot 15%, Sangiovese 15%, maturato un anno in barrique, si presenta alla vista di color rosso rubino tendente al porpora.
Bouquet contraddistinto da sentori balsamici e spezia dolce, lampone, sfumature erbacee.
Palato inaspettato, suscita qualche perplessità: tende a sviluppare sensazioni rifermentate.
Caldo, con tannino fitto non invasivo, fruttato di ciliegia, accenna la cannella e l'erbette aromatiche in retrogusto.
Temperatura di servizio 18°.
In abbinamento su fegatelli, fettuccine ai funghi porcini, bollito di carne con verdure.
Toscana Rosso Igt '13 N'Antia
alcool 14,5% - circa € 28
Blend bordolese (cabernet sauvignon, cabernet franc, merlot), maturato 15 mesi in piccoli fusti di rovere, affinato 10 mesi in bottiglia, si presenta rosso rubino intenso, concentrato.
Ventaglio olfattivo mediamente incisivo, stempera le pungenze alcoliche dopo aerazione e s'indirizza su sentori balsamici, ciliegia e tabacco, aspersioni vanigliate ed erbacee.
Quadro che trova conferma al palato, carnoso e avvolgente, soffuso di spezia dolce, di frutto maturo, di peperone e vaniglia più marcati dopo ossigenazione.
Vino di qualità, elegante, di buona complessità e lunghezza, moderatamente tannico.
Temperatura di servizio 18°.
In abbinamento su carni rosse brasate, faraona al cartoccio, scottiglia.
Toscana Igt Sangiovese '11 VignaAlta
alcool 14,5% - circa € 30
Selezione di uve Sangiovese provenienti da un unico vigneto.
Affinato parte in botte grande, parte in barrique di secondo passaggio, si presenta di color rosso rubino tendente al granato.
Bouquet complesso, profondo, caratterizzato da sentori di frutto nero e prugna stramacerata, humus, noce moscata e cioccolato, sfumature vanigliate.
Bocca parimenti intrigante, ricca di frutto maturo, cioccolatosa, con accenni di roveto e d'erbe aromatiche a sottolineare il tratto varietale, trama tannica a supporto, sensazioni leggere amaricanti di rabarbaro a chiudere.
Vino di qualità, fine e corposo, in abbinamento su fagiano tartufato, bistecca di chianina, selvaggina da pelo e da piuma.
Temperatura di servizio 18°.

Badia di Morrona
via del Chianti, 6
56030 Terricciola - Pisa
tel. +39 0587 658505
fax +39 0587 655127
mail: clienti@badiadimorrona.it
web: https://badiadimorrona.gaslinialberti.it/
post correlati:
degustazione Chianti Docg e Barbera D'Asti Docg

sabato 28 ottobre 2017

Back to the Wine 2017, Faenza

Back to the Wine - Ritorno al Vino.
Alla Fiera di Faenza (Ra) domenica 12 e lunedì 13 novembre 2017, più di 100 produttori vinicoli artigiani, provenienti da Italia, Austria, Francia, Slovenia, accomunati da un amore sincero e profondo per la terra e la valorizzazione naturale dei suoi frutti.
Back to the Wine è una Wine Experience, dove degustare e comprare vini e prodotti alimentari provenienti da vitigni autoctoni, piccole produzioni di qualità, rarità, anche bio e vegan.
Ticket ingresso € 25,00 (il biglietto d'ingresso è valido 1 giorno e comprende: calice, pass bracciale da indossare, degustazione vini).
Prevendita € 18,90+dp e operatori Horeca € 10 sul sito: https://www.backtothewine.it/biglietti
I giornalisti possono richiedere l’accredito all'ufficio stampa:
Filippo Fabbri – Maurizio Magni
tel. 0547-24284; 3471567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
Domenica 12 novembre 2017 | h. 10 -20
Lunedì 13 novembre 2017 | h. 11 - 19
Fiera di Faenza
Viale Risorgimento, 3, 48018 Faenza
info@backtothewine.it
Tel: +39 0546 621554
https://www.backtothewine.it/