lunedì 28 settembre 2015

Le Strade del Vino, nuovo magazine.

Le Strade del Vino
Domani online il nuovo magazine sul mondo del vino in Sardegna
comunicato stampa Le Strade del Vino
Cagliari - A partire da Martedì 29 Settembre 2015 troverà applicazione, nel mondo globalizzato di Internet, un rinnovato portale dedicato alla ricerca, alla valorizzazione ed alla diffusione culturale delle eccellenze enogastronomiche sarde, ma non solo.
Il tutto a disposizione dei consumatori.
Il progetto de “Le Strade del Vino”, costruito da cinque giovani professionisti sardi, ha deciso di imprimere al sito esistente, attraverso una decisa azione manageriale, una connotazione avanzata, incrementando in chiave esponenziale l’attuale operatività.
La storia e il presente dell’enologia sarda raccontata ogni anno a oltre 1.800.000 persone in tutto il mondo.
Si prevede con la messa online del nuovo magazine de “Le Strade del Vino”, grazie all‘ottimizzazione per motori di ricerca e di redazione a cura del nuovo staff, un incremento del 30% di visualizzazioni e di accessi nell’arco del 2016.
Al portale esistente se ne affiancherà uno, www.lestradedelvinoshop.com dedicato specificatamente all’e-commerce di prodotti enogastronomici, con particolare riferimento alle eccellenze enologiche di territori vocati, con al momento, oltre 200 prodotti a disposizione.
L’idea progetto de “Le Strade del Vino” nasce dalla consapevolezza delle peculiarità della regione Sardegna, ben rappresentate dalla sua storia millenaria, dal suo isolamento geografico nel bacino del Mediterraneo, dalla sua cultura scarsamente contaminata rispetto al contesto europeo, da un’antropizzazione contenuta ed originale spesso rappresentata da biotipi di natura arcaica non rilevabili su altri territori.
Tutti questi fattori hanno determinato, anche nel campo dell’enogastronomia, la presenza di elementi positivi di crescita che meritano d’essere analizzati, discussi, proposti e diffusi anche all’esterno della nostra Isola.
Questo patrimonio di saperi e sapori legati al patrimonio enogastronomico, culturale, ambientale ed agroalimentare può divenire, attraverso un’azione di sensibilizzazione mirata in grado di proporre un’offerta “multifunzionale”, volano di sviluppo di un’economia eco-compatibile su un territorio che ha saputo conservare vaste aree di alta qualità paesaggistica ed ambientale.
Il management de “Le Strade del Vino”, giovane e fortemente motivato,
è composto da:
Stefano Serci - Fondatore
Luigi Bottinelli - Art director
Roberto Serra - Seo / Web Marketer
Augusto Piras - Sommelier / Editor
Mario J. D’Ascanio - Sommelier / Editor

Sito web: www.lestradedelvino.com
Email: info@lestradedelvino.com

venerdì 25 settembre 2015

Autochtona 2015, Bolzano

AUTOCHTONA 2015
12° Forum dei vini autoctoni
Bolzano, 19 – 20 ottobre 2015
Autochtona 2015 riflettori puntati sull’Italia del vino autoctono
A Bolzano due giornate per scoprire le migliori varietà autoctone italiane
photo Fiera Bolzano Spa
comunicato stampa Autochtona
Bolzano, 26 agosto 2015 – Il 19 e 20 ottobre si rinnova a Bolzano l’appuntamento con Autochtona, il Forum nazionale dei vini autoctoni.
Giunta alla dodicesima edizione, la due giorni ospiterà circa 100 produttori provenienti da tutta Italia, per un totale di oltre 300 etichette in degustazione.
Una selezione improntata alla qualità e tipicità delle produzioni, per permettere al pubblico di scoprire e assaporare i gioielli nascosti della biodiversità vitivinicola delle nostre regioni.
Autochtona - che troverà spazio all’interno della 39^ edizione di Hotel, la quattro giorni dedicata al settore dell’ospitalità e della ristorazione - sarà impreziosita da due appuntamenti ormai classici: la selezione “Autoctoni che passione!”, dove le migliori etichette in degustazione verranno premiate con gli “Autochtona Award” da una commissione di wine journalist italiani e internazionali e la rassegna “Tasting Lagrein”, degustazione comparativa organizzata in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige.

Le giornate sul vino di Fiera Bolzano proseguiranno infine con l’appuntamento dedicato ai Vignaioli dell’Alto Adige (mercoledì 21 ottobre) con i tavoli di assaggio di “Vinea Tirolensis”.
photo Fiera Bolzano Spa
In attesa di Autochtona, Bolzano si prepara ad accogliere turisti e visitatori presso enoteche e winebar della città.
Nel week end del 17 e 18 ottobre, coloro che sceglieranno di degustare vini autoctoni italiani riceveranno un biglietto omaggio valido per l’ingresso ad Autochtona.
Una Bolzano tutta da assaporare, non solo durante la manifestazione ma anche nei giorni che la precedono.

Indirizzo: Fiera Bolzano, piazza Fiera 1, 39100 Bolzano
Orario: per operatori del settore tutti i giorni ore 11.00 - 18.00, nei padiglioni di Hotel, corsia A03
Biglietto d'ingresso: € 25 - ridotto € 15 (tramite acquisto on line)
Ufficio Informazioni: tel. +39 0471 516000 - fax 0471 516111
Email: reception@fierabolzano.it
Web: www.autochtona.it

“Autochtona” Italian Press Office c/o Fruitecom
+39 059 7863882
Press Office Fiera Bolzano Spa
+39 0471 516012
www.facebook.com/Autochtona
www.twitter.com/Autochtona
https://www.youtube.com/user/autochtonatv


Autochtona awards edizione 2014:
• MIGLIORI BOLLICINE: Cantina della Volta (Emilia Romagna) con "Trentasei" Lambrusco di Modena Spumante doc Brut
• MIGLIOR BIANCO: Cantina Fosso degli Angeli (Campania) con "Maior" Falanghina 2013
• MIGLIOR ROSATO: Angeli di Varano (Marche) con "Pinkonero" Montepulciano 2013
• MIGLIOR ROSSO: Vigneti Valle Roncati di Az. Agricola Bianchi Cecilia (Piemonte) con Fara "Vigna di Sopra"
• MIGLIOR DOLCE: Cantina Beato Bartolomeo Breganze (Veneto) con Torcolato Breganze doc 2010
• PREMIO TERROIR: Bulfon - I Vini di Emilio Bulfon (Friuli Venezia Giulia) con Piculit Neri 2013

post correlato:
http://hotel-2015-e-autochtona-2015-live channel.html

mercoledì 23 settembre 2015

Fondazione Italiana Sommelier Toscana, wine event

La nuova "Fondazione Italiana Sommelier Toscana" si presenta a Firenze, alla stampa ed al pubblico.
Conferenza stampa.
Quattordici produttori da tutta Italia si raccontano in una degustazione guidata/talk show attraverso la loro “annata del cuore”.
A seguire le aziende saranno presenti con banchi di assaggio, affiancate da eccellenze gastronomiche selezionate dal Mercato Centrale.
Ufficio Stampa Studio Umami
Mercoledì 7 ottobre, sulla terrazza Tosca al Mercato Centrale di Firenze, si terrà la presentazione ufficiale della nuova FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER TOSCANA http://bibenda.it/sedi-regionali
con un evento – organizzato in collaborazione con il Mercato Centrale - che vedrà la partecipazione di quattordici grandi cantine italiane, selezionate in base a criteri di qualità e territorialità, ed eccellenze gastronomiche.

Si comincerà alle ore 17.45 con la conferenza stampa in cui saranno presenti i soci fondatori della Fondazione Toscana: Mario Del Debbio presidente, Andrea Gori vicepresidente, Roberta Perna segretario e Paolo Valdastri tesoriere, un gruppo di sommelier professionisti, giornalisti ed esperti nella comunicazione enogastronomica.

Al termine della conferenza stampa, alle ore 18, si terrà la degustazione guidata/talk show “L'annata del cuore” (prenotazione obbligatoria) a cura dei giornalisti Andrea Gori e Leonardo Romanelli dove ogni azienda porterà in assaggio un'annata a cui è particolarmente legata.
Davanti ad una platea di 40 persone, tra stampa, esperti del settore ed appassionati, verranno presentati i vignaioli e le loro etichette, per un imperdibile viaggio attraverso l'Italia del vino.

Dalle ore 20 alle ore 23, sempre sulla terrazza Tosca, gli stessi produttori incontreranno il pubblico presenziando banchi di assaggio con etichette di annate correnti e una vecchia annata, pronti a raccontare le loro storie ed i loro vini.
Gli assaggi saranno accompagnati da prelibatezze selezionate dal Mercato Centrale come la mortadella di Savigni affettata al volano, il pane di San Lorenzo di Pank, i bocconcini di mozzarella di bufala dell’Antico Demanio, la pizza della Pizzeria Sud, le arancine siciliane alla norma di Arà, la focaccia ai friarielli di Pank, il cartoccio di pesce fritto della pescheria Rosellini, i cantucci di Pank.

Alle ore 21.30 si terrà, sempre sulla terrazza Tosca, la presentazione del corso di qualifica professionale per sommelier che avrà inizio lunedì 11 gennaio all'hotel Continentale di Firenze, sede della Fondazione Italiana Sommelier Toscana.
Nel corso della manifestazione sarà possibile iscriversi alla Fondazione Italiana Sommelier ed anche al primo corso di qualifica per sommelier (i 15 euro di ingresso all'evento verranno scalati dall'importo totale del corso).

La Fondazione Italiana Sommelier (www.bibenda.it), casa editrice con il marchio Bibenda, è il centro internazionale per la cultura del vino e dell'olio, fortemente voluto dal presidente Franco Maria Ricci, specializzato in corsi di qualificazione professionale per sommelier ed altre innumerevoli attività didattiche, quali incontri di alto livello con degustatori di fama internazionale, degustazioni a tema, master e seminari di approfondimento.
La Fondazione Italiana Sommelier, con sede a Roma all'hotel Rome Cavalieri, è presente in 20 regioni italiane.
Lista aziende e vini (in rosso annata del cuore)
*Alois Lageder
Lowengang Chardonnay 2002 e 2012
*Agostina Pieri
Brunello di Montalcino docg 2006 e 2010
Rosso di Montalcino doc 2013
*Barone di Villagrande
Etna rosso superiore doc 2008
Etna bianco superiore doc 2014
Etna bianco superiore doc Legno di Conzo 2011
Salina bianco igt 2013
Malvasia delle Lipari igt 2011
*Basilisco
Aglianico del Vulture docg 2005 e 2009
*Boscarelli
Nobile di Montepulciano docg 1988
Nobile di Montepulciano docg 2012
Nobile di Montepulciano docg Nocio 2001
*Cantina Caldaro - Kellerei Kaltern
Alto Adige Moscato Giallo Passito Serenade doc 2005
Alto Adige Pinot Bianco Vial doc 2014
Alto Adige Sauvignon Premstaler doc 2014
Alto Adige Lago Di Caldaro Classico Sup. Pfarrhof doc 2014
*Cantina della Volta
Lambrusco Rosé di Modena Spumante doc Metodo Classico 2010
Rimosso Lambrusco di Sorbara doc 2014
Spumante Brut Metodo Classico pas dosè Il Mattaglio
*Grattamacco e Collemassari
Bolgheri superiore doc rosso Grattamacco 2001
Bolgheri superiore doc rosso Grattamacco 2012
Bolgheri rosso doc 2013
Montecucco Sangiovese Riserva Docg Poggio Lombrone 2012
Montecucco Rosso riserva Doc Collemassari 2012
*Montevetrano
Colli di Salerno igt rosso 2008 e 2012
*Mosnel
Franciacorta Extra Brut "EBB"docg 2007
Franciacorta Brut Satèn docg 2011
Franciacorta Rosé Pas Dosé docg “Parosé” 2009
*Leonardo Bussoletti
Grechetto Umbria igt Colle Ozio 2012 e 2014
Ciliegiolo di Narni igt Vigna Vecchia 2012
Ciliegiolo di Narni igt Brecciaro 2013
*San Maman
Prosecco spumante extra dry doc Treviso millesimato Amets 2014
Prosecco spumante brut doc Treviso millesimato Amets 2014
*Tolaini
Toscana igt rosso Valdisanti 2006
Chianti Classico Gran Selezione docg Tolaini 2011
Toscana rosso igt Picconero 2010
Toscana rosso igt Valdisanti 2011
Toscana rosso igt Al Passo 2011
*Tommasi/Poggio al Tufo
Amarone Riserva doc Ca'Florian 2008
Amarone della Valpolicella Classico docg 2011
Poggio al Tufo Alicante Toscana igt 2011

Mercoledì 7 ottobre – Mercato Centrale - Terrazza Tosca
piazza del Mercato Centrale 4 - Firenze
dalle ore 17.45 alle ore 23
Costo ingresso degustazione guidata (a numero chiuso su prenotazione): 7 euro.
Costo ingresso degustazione guidata e degustazione banchi di assaggio con eccellenze gastronomiche (assaggi illimitati): 15 euro.
Costo ingresso degustazione banchi di assaggio con eccellenze gastronomiche: 15 euro.

Per prenotazioni degustazione guidata:
info@studioumami.com (specificare nell'oggetto: “Richiesta accredito stampa degustazione 7 ottobre”).
La mail avrà valore di conferma solo se il richiedente riceverà una risposta positiva.

Per ulteriori informazioni sull'evento:
Roberta Perna 329.9293459 - pr.enogastronomia@gmail.com

Per informazioni sul corso di qualifica da sommelier e sulla fondazione: fondazionesommelier.toscana@gmail.com - Mario Del Debbio 347.1083000 - Andrea Gori 055.311329 

Per accrediti stampa degustazione guidata e/o banchi di assaggio:
pr.enogastronomia@gmail.com

Pagina facebook: Fondazione Italiana Sommelier Toscana
https://www.facebook.com/Fondazione-Italiana-Sommelier-Toscana-1628085124109378/timeline/?ref=ts

La degustazione ai banchi di assaggio con eccellenze gastronomiche, dalle ore 20 alle ore 23, non prevede prenotazione.

lunedì 21 settembre 2015

Falerio una Doc d'aMare 2015, risultati concorso

Domenica 20 settembre si è svolta la dodicesima edizione di “Falerio una Doc d’aMare” a Porto Sant’Elpidio (Fm), con grande partecipazione di pubblico e buona qualità media dei vini messi in degustazione nel parco di Villa Baruchello.
La manifestazione che celebra il Falerio come il vino bianco per antonomasia del sud delle Marche e il suo legame con la cucina del territorio, ha ruotato attorno a tre concorsi:
due concorsi dedicati ai Falerio Doc e ai Falerio Pecorino Doc annata 2014 con la partecipazione di 25 vini (16 Falerio Doc e 9 Falerio Pecorino Doc), 
un concorso
 dedicato al miglior abbinamento cibo/vino con la partecipazione di 11 ristoranti di Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare.
La Doc Falerio istituita con Decreto Ministeriale nel 1975 e il cui disciplinare è stato più volte modificato nel corso degli anni, comprende il territorio delle provincie marchigiane di Ascoli Piceno e Fermo.
Il disciplinare di produzione prevede nell’uvaggio: 30-50 % Trebbiano, 15-30 % Pecorino, 15-30 % Passerina e massimo 15 % di altre uve non aromatiche autorizzate nella regione.
La Doc Falerio Pecorino istituita nel 2011 per valorizzare il vitigno Pecorino, comprende gli stessi territori della precedente, ma prevede nell’uvaggio una percentuale minima di 85 % uva Pecorino.
La giornata si è aperta con il convegno “Un Falerio sempre più Pecorino” che ha visto gli interventi dei rappresentanti delle Amministrazioni locali, delle Associazioni di categoria, dei Consorzi di tutela e dell'Associazione Italiana Sommelier.
Successivamente nel parco di Villa Baruchello, banchi d’assaggio vini, cena a buffet, premiazioni ufficiali.
La giuria concorsi è stata composta da Sommeliers professionisti di AIS Marche e da rappresentanza di Assoenologi.
Falerio Doc annata 2014
Falerio di Tenuta La Riserva, Castel di Lama (AP)
2° Eva di Terra Fageto, Pedaso (Fm)
Terre Cortesi di Terre Cortesi Moncaro, Acquaviva Picena (AP).
Falerio Pecorino Doc annata 2014
Zero Quindici di Collevite srl, Monsanpolo del Tronto (AP)
Celestiale di Casale Vitali, Montelparo (Fm)
Amos di Azienda Agricola Ortenzi, Fermo (Fm).
Aziende Vinicole partecipanti
Un Piatto per il Falerio
Trattoria Trentasette: "crostino con sgombro marinato e cipolla rossa di Tropea" abbinato su Falerio Pecorino Colle Monteverde di Tenute Rio Maggio
Sudomagodo: "sardoncini ripieni di patate, olive e capperi su sfoglia di zucca gialla" abbinato su Falerio Eva di Terra Fageto
Il Veliero: "trippa di rospo (rana pescatrice)" abbinato su Falerio Eva di Terra Fageto.
Ristoranti partecipanti
Menzioni speciali ai ristoranti
Osteria dei Ponti Oscuri: "lo gnocco del peccato"
Il Giardino: "baccalà in barattolo".

sabato 19 settembre 2015

Gambero Rosso Guida Vini d'Italia 2016, Premi Speciali

Come ogni anno, il sito www.gamberorosso.it comunica, suddivise per singola regione, le anteprime dei vini premiati con i Tre Bicchieri e gli altri premi speciali attribuiti dalla Guida Vini d'Italia 2016 che sarà ufficialmente presentata il 17 ottobre a Roma.
Premi Speciali 2016
Assegnate 9 targhe ad aziende vitivinicole che si sono distinte in alcune categorie: il Rosso, il Bianco, il Dolce, le Bollicine dell'Anno, il miglior Rapporto Qualità/Prezzo, la Cantina dell'Anno, la Cantina Emergente, il Viticoltore dell'Anno, premio per la Viticoltura Sostenibile.

- Rosso dell’Anno
Etna Rosso V. Barbagalli 2012 – Pietradolce
Vino di straordinaria complessità e finezza, il Vigna Barbagalli '12 è sfaccettato e profondo al naso, dove si alternano frutti rossi, mineralità, spezie, tabacco e sentori balsamici; lunghissima e nitida la bocca, in cui il frutto ritorna nel lungo finale in tutta la sua elegante sensualità.
- Bianco dell’Anno
Collio Friulano 2014 - Schiopetto
Altra performance invidiabile di tutta la parata ma soprattutto del Friulano '14, che ha riconquistato i Tre Bicchieri e insieme il premio di Bianco dell'Anno, in virtù degli univoci apprezzamenti in entrambe le sedute di selezione. Ricco, complesso e armonico sia all’olfatto sia al palato, regala suggestioni di frutta matura, miele chiaro e fieno fiorito.
- Bollicine dell’Anno
Franciacorta Dosage Zéro Noir Vintage Collection Riserva 2006 – Ca’ del Bosco
Quarantesimo Tre Bicchieri in carriera a Ca’ del Bosco con uno straordinario Dosage Zéro Noir Riserva ’06 della linea Vintage Collection.
Oltre otto anni di maturazione sui lieviti regalano a questo Blanc de Noirs una profondità e una complessità straordinarie, che ne fanno un riferimento qualitativo assoluto.
Una prestazione magistrale che gli fa valere il premio di Bollicine dell'Anno.
- Dolce dell’Anno
Valle d’Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré 2013 – La Crotta di Vegneron
Ha un colore dorato brillante e l’ampiezza del bagaglio olfattivo è sorprendente: apre sulle note della pesca e dell’albicocca per virare poi su nuance floreali, di timo e infine sulla frutta secca.
Al palato concentrazione di frutto, dolcezza, ma soprattutto freschezza e grandissima eleganza.
Da non perdere.
- Cantina dell’Anno
Allegrini
Marilisa e Franco Allegrini hanno saputo portare l’azienda fondata da papà Giovanni a essere una delle punte di diamante dell’enologia nazionale, sviluppandosi ben oltre i confini regionali e al tempo stesso rimanendo fortemente legata al territorio d’origine.
Sono più di cento ormai gli ettari di vigneto in Valpolicella, distribuiti lungo i pendii meglio esposti della denominazione, rifuggendo dai fondovalle e, anzi, inseguendo la freschezza che solo l’alta collina può donare, per una produzione solida e di grande integrità.
- Miglior Rapporto Qualità Prezzo
Falanghina del Sannio Svelato 2014 - Terre Stregate
La Falanghina Svelato con l’annata 2014 si aggiudica di prepotenza i Tre Bicchieri e il premio per il Miglior Rapporto Qualità Prezzo e si avvia a diventare un classico non solo del territorio ma dell’enologia campana.
Ha un colore paglierino verdolino brillante, naso intenso e ricco che richiama la rosa, il frutto giallo, le spezie e la vaniglia.
Al palato è ampia, prorompente e chiude lunga, fresca e vitale su suggestioni agrumate.
- Viticoltore dell’Anno
Giulio Grasso, Ca’ del Baio
Giulio Grasso è un autentico viticoltore, un uomo che vive i ritmi della natura, della campagna, praticamente in simbiosi con le sue vigne.
Se la sua produzione spazia dai vini bianchi ai rossi del territorio, sono però i sui Barbaresco dei cru Pora, Asili e Vallegrande i vini che lo rappresentano fino in fondo.
Lui, ma soprattutto il suo legame con la terra.
Questi valori Giulio li sta trasmettendo alle figlie Paola, Valentina e Federica che lo affiancano in azienda.
- Cantina Emergente
Guado al Melo
La cantina di Michele Scienza è stata la rivelazione dell’anno a Bolgheri, con una batteria di vini che va dal molto buono all’eccellente.
I diciassette ettari di vigna sono coltivati con cura maniacale per qualità e sostenibilità, mentre in cantina il lavoro è sostanzialmente artigianale e poco invasivo.
Le varietà allevate sono diverse, alcune in rappresentanza della tradizione mediterranea e caucasica.
Una specie di “collezione”, dominata comunque dalle classiche uve bolgheresi.
- Premio per la Vitivinicoltura Sostenibile
Manincor
Sophie e Michael Goëss-Enzemberg conducono l’azienda di famiglia a Caldaro, cinquanta ettari di proprietà suddivisi in cinque poderi condotti seguendo i dettami dell’agricoltura biodinamica, con la vigile e precisa collaborazione di Helmut Zozin.
Tutto gravita attorno al concetto di qualità, non solo da intendersi come qualità organolettica dei vini, peraltro ineccepibile, ma anche come qualità e rispetto per l’ambiente, tanto in campagna quanto all’interno della bella cantina che si sviluppa sotto i vigneti.
Fonte:
www.gamberorosso.it
post correlato:

giovedì 17 settembre 2015

Etichettatura agroalimentare Made in Italy

ETICHETTATURA PRODOTTI ALIMENTARI MADE IN ITALY: TORNA L'OBBLIGO DI INDICARE LO STABILIMENTO DI PRODUZIONE IN ETICHETTA
Il Governo dà via libera a delega per reintroduzione obbligo indicazione dello stabilimento.
A breve notifica a UE per autorizzazione.
photo: www.gamberorosso.it
Ufficio Stampa Mipaaf, 10 settembre 2015 - Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali rende noto che il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di disegno di legge di delegazione europea che all'art.4 contiene la delega per la reintroduzione nel nostro ordinamento dell'indicazione obbligatoria della sede dello stabilimento di produzione o confezionamento per i prodotti alimentari e per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento n. 1169/2011 in materia di etichettatura.
L'obbligo di indicazione della sede dello stabilimento riguarderà gli alimenti prodotti in Italia e destinati al mercato italiano.
Allo stesso tempo partirà a breve la notifica della norma alle autorità europee per la preventiva autorizzazione.
L'Italia insisterà sulla legittimità dell'intervento in applicazione di quanto previsto dall'articolo 38 del regolamento n. 1169/2011, motivandola in particolare con ragioni di più efficace tutela della salute dei consumatori.
"Quello di oggi - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - è un passo importante che conferma la volontà del Governo di dare indicazioni chiare e trasparenti al consumatore sullo stabilimento di produzione degli alimenti. Diamo una risposta anche alle tantissime aziende che hanno chiesto questa norma e hanno continuato in questi mesi a dichiarare lo stabilimento di produzione nelle loro etichette. Non ci fermiamo qui, porteremo avanti la nostra battaglia anche in Europa, perché l'etichettatura sia sempre più completa, a partire dall'indicazione dell'origine degli alimenti. Per noi si tratta di un punto cruciale, perché la valorizzazione della distintività del modello agroalimentare italiano passa anche da qui. Lo scorso anno per la prima volta il Governo ha chiamato i cittadini a esprimersi ufficialmente su questa materia, attraverso una consultazione pubblica online. Il 90% dei 26 mila italiani che hanno risposto, ha detto che vuole leggere la provenienza chiaramente indicata sui prodotti che consuma".
fonte: https://www.politicheagricole.it/

La scomparsa dell'obbligo di indicare in etichetta lo stabilimento di produzione era stata provocata dall'entrata in vigore il 13 dicembre 2014, delle norme europee sulla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori del Reg. UE 1169/2011.
Tuttavia il regolamento consente interventi normativi nazionali ai singoli Stati Membri, qualora i cittadini esprimano in una consultazione, parere favorevole in materia di etichettatura obbligatoria dell'origine geografica degli alimenti.
L'opportunità è stata oggi colta per ciò che concerne l'indicazione dello stabilimento di trasformazione e confezionamento, ma deve ancora essere sfruttata per l'origine della materia prima, come chiede il 96,5 per cento dei consumatori che hanno partecipato al sondaggio Mipaaf.
info sondaggio Mipaaf: http://consultazione-pubblica-mipaaf.html

martedì 15 settembre 2015

Falerio una Doc d'aMare 2015, Porto Sant'Elpidio

La 12^ edizione di "Falerio una Doc d'aMare" si svolgerà domenica 20 settembre a Porto Sant'Elpidio (Fm) nella tradizionale sede di Villa Baruchello.
La manifestazione come di consueto, verte su 3 concorsi:
due concorsi dedicati ai vini Falerio Doc e Falerio Pecorino Doc annata 2014 e riservati alle aziende vinicole delle provincie di Ascoli Piceno e Fermo,
il terzo concorso denominato "un piatto per il Falerio" dedicato all'abbinamento cibo-vino e riservato ai ristoranti di Porto Sant'Elpidio e Sant'Elpidio a Mare.

Inizio manifestazione ore 17:30
Il programma prevede:
- Convegno "Un Falerio sempre più Pecorino".
- Buffet e Degustazione Vini in concorso.
Ingresso Libero.
Via Belvedere, 63821 Porto Sant'Elpidio (Fm)

post correlato:

domenica 13 settembre 2015

To Be Verona, photo contest

To Be Verona è un progetto di marketing territoriale che lega in un’unica regia, innovazione e valorizzazione del know-how, patrimonio culturale del territorio di Verona.
To Be Verona ha annunciato il suo primo Photo Contest su Instagram, legato al tema “What is for you TO BE VERONA”.
Un concorso dedicato a tutti coloro che vivono a Verona oppure visitano la città e il suo territorio come turisti o per motivi di business.
Ufficio Stampa To Be Verona
L’obiettivo del photo contest è quello di veicolare gli utenti sui social e far conoscere loro il progetto To Be Verona, creando engagement sull’iniziativa e coinvolgendo l'utente stesso nella creazione della piattaforma mediatica.
Tutte le foto saranno visibili e condivisibili sulle piattaforme social di To Be Verona (Facebook, Twitter, Instagram) e creeranno aspettativa e curiosità tra gli utenti.
Il contest durerà tutto il mese di settembre fino al 20 ottobre 2015.

Per partecipare al concorso basta iscriversi all’ACCOUNT di @tobeverona su Instagram e pubblicare le proprie foto usando l’hashtag #tobeverona.

Le foto dovranno essere scattate a Verona o sul suo territorio ed essere legate al titolo del contest “What is for you TO BE VERONA”; ognuno infatti è chiamato ad esprimere la sua visione di che cosa sia per lui Verona e che cosa significhi “TO BE VERONA”.

Quotidianamente verrà scelta la miglior foto del giorno, che sarà poi condivisa sulla pagina @tobeverona di Instagram e sul profilo Facebook.
A conclusione del concorso, la miglior foto scelta presenzierà all’interno del Palazzo della Gran Guardia durante il Forum Internazionale del 24 ottobre 2015.

venerdì 11 settembre 2015

Viaggio Studio in Campania, Ais Ascoli Piceno

Viaggio Studio in Campania organizzato da Ais Marche Delegazione di Ascoli Piceno, per il 26 e 27 settembre.
Visiteremo le aziende vinicole: I Borboni nella zona dell'Asprinio, Donnachiara e Tenuta Scuotto nella zona dell'Avellinese.
Questo viaggio sarà sicuramente l'occasione per approfondire le nostre conoscenze su viticultura e vini campani.
Programma
Sabato 26 settembre
Ore 5:00 Partenza Casello Autostradale di Porto San Giorgio (FM)
Ore 5:30 Partenza Casello Autostradale di Grottammare (AP)
Ore 11:30 Azienda «I Borboni» Lusciano (CE) -Visita in cantina -Degustazione guidata
Ore 13:00 Brunch in Azienda -Visita in campagna agli impianti di Asprinio
Ore 19.00 Sistemazione Hotel Bel Sito (4 stelle) Manocalzati (AV) -Cena e Pernottamento.
Domenica 27 Settembre
Ore 09:30 Cantina «Donnachiara» Montefalcione (AV) -Visita Cantina -Degustazione guidata
Ore 12:00 «Tenuta Scuotto» Lapio (AV) -Visita Cantina -Degustazione guidata -Pranzo.

Il viaggio nel dettaglio
Il costo partecipazione di € 190 riservato ai soci Ais e ai familiari, comprende: trasferimento in autobus, brunch presso azienda «I Borboni», pranzo presso «Tenute Scuotto », degustazioni in cantina, pernottamento e cena (escluso vini) presso Hotel Bel Sito.
Il costo di partecipazione per i non soci Ais è di € 250.
Supplemento stanza singola € 15.
Acconto di € 90 da versare all’atto dell’iscrizione e comunque entro il 16/09/2015.
Le iscrizioni potranno chiudersi prima, in caso di raggiungimento del numero massimo di partecipanti.
Il viaggio verrà attivato al raggiungimento di un numero minino di partecipanti.
E’ gradita la divisa di rappresentanza.
*Altre eventuali partenze possono essere concordate in base alle richieste pervenute.

Le Aziende
L’Azienda I Borboni fa parte della storia dell’Asprinio.
Le cantine scavate nel tufo delle grotte sottostanti la casa patronale, garantiscono la giusta umidità e la corretta temperatura, sia per la fermentazione che per la maturazione ed affinamento del vino.
Imperdibili i rarissimi vigneti ad alberata che rappresentano un esempio concreto di «Viticultura eroica».

Donnachiara è un’azienda tutta al femminile non solo nel nome, dedicato alla capostipite di cinque generazioni di vino, ma anche nella conduzione, in mano a Ilaria Petitto.
I vitigni coltivati sono quelli tipici della zona, tra i quali il Coda di Volpe, dal quale si ottengono vini unici e pieni di fascino.
E’ al Coda di Volpe che Donna Chiara tiene particolarmente, volendolo tutelare dalla scomparsa, preservandone l’autenticità.

La Tenuta Scuotto sorge ai piedi del Monte Touro, nel Comune di Lapio, definito da molti studiosi la culla del Fiano.
I vitigni coltivati e vinificati secondo tradizione, sono Fiano, Greco e Aglianico che hanno portato l’azienda a vincere svariati premi.
In particolare da segnalare la scelta di affinare il Fiano in grandi botti di legno e più a lungo, rispetto alle tradizioni locali.

Per informazioni e prenotazioni:
tel: 347 4475662 Somm. Antonio Giangrossi
tel: 339 2518322 Somm. Marica Spuria
email: ascolipiceno@aismarche.it

mercoledì 9 settembre 2015

Bottiglie Aperte 2015, Milano

BOTTIGLIE APERTE - MILANO WINE SHOW 12/13/14 Settembre 2015.
Youwine e' sponsor Tecnico 2015 dell'evento Bottiglie Aperte che avra' luogo presso il Museo della Scienza e della Tecnica "Leonardo da Vinci".
comunicato stampa Youwine http://www.youwine.it/
Bottiglie Aperte porta a Milano una selezione delle cantine più rappresentative del territorio italiano, caratterizzate da un alto profilo qualitativo e da un forte legame con il territorio di provenienza.
I vini delle cantine selezionate da Bottiglie Aperte sono la più autentica espressione dei profumi, dei colori, della storia e delle tradizioni locali da cui provengono.
La manifestazione Bottiglie Aperte si svolgera' dal 12 al 14 Settembre 2015 presso la splendida sede del Museo della Scienza e della Tecnica "Leonardo da Vinci.
Una cornice esclusiva che idealmente vuole unire due mondi sinonimo di eccellenza del Made in Italy: quello dell'arte e quello del vino.
L'edizione di quest'anno prevede la presenza di 100 espositori selezionati in base ai seguenti elementi:
- Profilo qualitativo;
- Rappresentativita' territoriale;
- Dimensioni;
- Presenza nel canale Ho.Re.Ca piu' qualificato.

Giorni e orari della manifestazione
Sabato 12 Settembre:
Ore 08.00: Apertura per l'allestimento stand.
Ore 13.00: Lunch di inaugurazione.
Ore 14.30: Apertura del percorso espositivo.
Ore 23.00: Chiusura del percorso espositivo.
Domenica 13 Settembre:
Ore 11.00: Apertura del percorsoespositivo.
Ore 19.00: Chiusura del percorso espositivo.
Ore 20.30: Cena di Gala con consegna premi.
Lunedi 14 Settembre:
Ore 10.00: Apertura della giornata dedicata agli operatori.
Ore 18.00: Chiusura del percorso espositivo e della manifestazione.

Ticket on line ingresso manifestazione, partecipazione alle verticali dirette da Luca Gardini, info, accrediti stampa:
http://bottiglieaperte.it/shop/
I biglietti sono disponibili anche presso il Concept Wine Bar "I Territori di Bottiglie Aperte" (presso il container village "The Tank" di Piazza Lodi, 4) e il Bormioli Rocco Store (Corso Garibaldi, 3).

Sede manifestazione:
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci"
via San Vittore 21, Milano

lunedì 7 settembre 2015

Giusto di Gusto 2015, Monte San Giusto

Slow Food Marche e Slow Food Corridonia organizzano a Monte San Giusto (Mc) "Giusto di Gusto", un evento dedicato al cibo dove il tema della giustizia sociale legata al cibo farà da filo conduttore.
Programma Sabato 12 Settembre
ORE 16:30 | PALAZZO BONAFEDE e PIAZZA ALDO MORO |
Inaugurazione mostra fotografica “il bello di Noi Marche” e "Mostra audio-visiva: lavoro, vita e radio al Gran Ghetto"
ORE 17:30 | PIAZZETTA DI VICOLO DELL’ORTO | “IL CIBO E'…”.
Ne discuteremo con:
Eros Scarafoni | ...Cheese for Peace per il progetto Stalla/Fattoria nel villaggio Jua Africa in Kenya di ComicsXAfrica;
Errico Recanati | ...la rappresentatività di un territorio...a tavola;
Gabriele Squaiella | ...sovranità alimentare e OGM;
Massimo Rocco | ...Presidente della Cooperativa Le Terre di Don Peppe Diana Libera Terra;
Paola Senesi | ...referente del Coordinamento Regionale di Libera Marche.
ORE 19:00 | PIAZZA ALDO MORO | DE-GUSTO-AZIONE
Rio Maggio | Montegranaro (FM)
Fattoria Le Terrazze | Numana (AN)
La Calcinara | Candia (AN)
Cantina Santori | Monte San Giusto (MC)
Cantina Bastianelli | Monte San Pietrangeli (FM)
Cantina Vittorini | Monsampietro Morico (FM)
Cantina Colpaola | Matelica (MC)
Cantina Pantaleone | Colonnata Alta (AP)
Cantina Fontezoppa | Civitanova Marche (MC)
Alberto Quacquarini | Serrapetrona (MC)
Cherri d’Acquaviva | Acquaviva Picena (AP)
Maria Pia Castelli | Monte Urano (FM)
Vigneti Vallorani | Colli del Tronto (AP)
Emanuele Dianetti | Carassai (AP)
Terracruda | Fratterosa (PU)
Birrifirma di Marco Simoni | Sant’Elpidio a Mare/ Fabriano
RICORDA: "la degustazione è a offerta. Parte del ricavato verrà destinato al crowdfunding IL POCO DI OGNUNO PER IL BENE DI TUTTI che, dopo l'adozione di un Orto da parte della comunità del cibo dei bambini degli Orti in Condotta di Corridonia, Macerata e Mogliano, servirà per la costruzione di una Stalla/Fattoria e all'acquisto di animali (capre, mucche e pecore) dal cui latte ottenere formaggio e "cibo giusto", alimenti necessari per il sostentamento della comunità del villaggio Jua Africa del Kenya realizzato da ComicsxAfrica di Roberto Riccio che prevede un Ospedale per bambini, una Scuola, una Fattoria, Orti, un Dispensario e un Laboratorio".
ORE 20:30 | CINETEATRO DURASTANTE | FILM
Proiezione del film "L’uomo del grano", biografia del grande scienziato marchigiano (nato a Crispiero di San Severino Marche) Nazareno Strampelli, scritto, diretto e prodotto da Giancarlo Baudena che sarà presente insieme a Anna Olivucci (Fondazione Marche Film Commission), Oriana Porfiri (agronoma e studiosa di Strampelli).
ORE 22:30 | PIAZZA ALDO MORO | CONCERTO...libero
Mirco Menna (voce), Diego Guerzoni (violoncellista di Zucchero) e Red Rossi (batterista del grande Ray Mantilla).
photo: provincia.mc.it
I laboratori di Sabato 12 settembre
ORE 16:00 | AUDITORIUM SANT’AGOSTINO | MIELE
Introduzione alla degustazione: “Il Miele, scopriamolo insieme...” seguito dalla dott.ssa Mariassunta Stefano dell’ASSAM con i mieli del produttore Compagnucci Agostino di Monte San Giusto (Mc).
ORE 18:00 | AUDITORIUM SANT’AGOSTINO | OLIO
Introduzione alla degustazione dell’olio a cura di Barbara Alfei dell’ASSAM.
RICORDA: i laboratori sono gratuiti e con obbligo di prenotazione anticipata o iscrizione sul posto. Posti limitati.
Programma Domenica 13 settembre
DALLA MATTINA... | PIAZZA ALDO MORO - PIAZZA JOEUF | PRODUTTORI
Mercato biologico/biodinamico con la rete d’impresa Vivi la tua Terra - CiSei;
I Presìdi Slow Food della Regione Marche;
Manualità, che passione! A cura dell’associazione “Le Terre del Picchio”;
ORE 10:00 | ATRIO PALAZZO BONAFEDE | GIUSTO DI GUSTO
Ugo Pazzi, Presidente Slow Food Marche, ne discute con:
Valerio Calzolaio | ...Ecoprofughi. Migrazioni forzate di ieri, di oggi e di domani alla luce dell’Enciclica Laudato sì - Custodiamo il Creato;
Roberto Riccio | ...il progetto Villaggio Jua Africa di ComicsXAfrica;
Redattori di Radio Ghetto | ...gruppo di attivisti Radio Ghetto Voci Libere.
ORE 15:00 | PIAZZA ALDO MORO | GUSTO
Cotta in diretta in Piazza Aldo Moro di una Birra Artigianale, a cura di Marco Simoni di Birrifirma.
ORE 15:00 | PIAZZA ALDO MORO | GIOCHI
“Gara della tagliatella fatta a mano” (iscrizione sul posto o contattandoci, posti limitati);
ORE 16:00 | PIAZZA ALDO MORO | GIOCHI
“Gara de la pigiatura dell’uva” (iscrizione sul posto o contattandoci, posti limitati);
ORE 18:30 | ATRIO PALAZZO BONAFEDE | IL NOSTRO SPRECO QUOTIDIANO e GOOD FOOD BAG
Slow Food Marche e Legambiente Marche sullo spreco alimentare. Ugo Pazzi illustrerà "Il nostro Spreco Quotidiano" secondo Slow Food. Andrea Bagalini e Moira Giusepponi presenteranno il progetto Good Food Bag e gli altri progetti di Legambiente. Ai partecipanti sarà consegnata gratuitamente una Good Food Bag (fino ad esaurimento scorte) e una copia de "Il nostro spreco quotidiano".
info, prenotazioni:
tel: 389 426 8259
email: pluciani.fiduciario@slowfoodcorridonia.it
web: http://www.slowfoodcorridonia.it/

sabato 5 settembre 2015

Cinema in Cantina Terracruda

"Là dove batte il sole" in Cantina Terracruda, Fratte Rosa (PU).
Venerdì 11 settembre 2015 dalle 17.30 un pomeriggio dedicato alla nostra terra per riflettere sul futuro dell’agricoltura.
Visita in vigna, aperitivo, proiezione del documentario “Là dove batte il sole” di Diego Feduzi, cena all’agriturismo Casale Don Domè.
Programma venerdì 11 settembre 2015:
- ore 17.30 appuntamento alla Cantina Terracruda di Fratte Rosa (PU), visita in vigna e in cantina per vedere le fasi della vendemmia.
- ore 19.00 degustazione di vino Terracruda.
- ore 20.00 proiezione del documentario “Là dove batte il sole” di Diego Feduzi – ingresso gratuito (posti a sedere limitati senza prenotazione).
- ore 21.30 cena all’agriturismo Casale Don Domè di San Lorenzo in Campo (PU).
Menu promozionale € 20: Antipasti misti della casa, Maialino al forno, vini Terracruda.
Per informazioni e prenotazioni per la cena contattare direttamente l’agriturismo al 339/7430388 o 0721/1840154.
Our address is:
Terracruda - Società Agricola Fratterosa
via Serre, 28 - Fratte Rosa, PU 61040 - Italy
"Là dove batte il sole" di Diego Feduzi
Tra il nonno e il nipote si pone la questione dell’avvenire delle terre familiari e della difficile trasmissione di beni e saperi ad una generazione che si è allontanata dalle pratiche tradizionali.
Dobbiamo accettare il sacrificio dei terreni agricoli?
Allo stesso tempo un ritratto di famiglia e una critica alla politica energetica italiana.

giovedì 3 settembre 2015

Prosciutto in Vigna 2015, Langhirano

PROSCIUTTO IN VIGNA 2015
dal 5 al 20 settembre molte cantine appartenenti al Consorzio dei Vini dei Colli di Parma apriranno le porte al pubblico per celebrare il felice matrimonio tra i loro Vini e il Prosciutto di Parma
Castello di Torrechiara
foto: www.assaporaparma.it
Ufficio Stampa Prosciutto in Vigna
1 settembre 2015 , Langhirano (Parma)- Giornate tra vino e prosciutto per i fortunati che decideranno di partecipare ad uno degli appuntamenti di Prosciutto in Vigna, iniziativa che torna per il secondo anno consecutivo nel territorio di Langhirano - dal 5 al 20 settembre - in concomitanza con il Festival del Prosciutto di Parma.
Langhirano e ancor prima il Castello di Torrechiara, sono la porta d'ingresso di una grande area dell'Appennino Tosco Emiliano che il 9 giugno scorso a Parigi, è stata dichiarata Riserva UNESCO Man&Biosphere.
Un sogno che si è avverato e che ha premiato la sostenibilità del rapporto tra natura e società umana che caratterizza queste zone.
Legare sempre più i prodotti al territorio di produzione e alla conoscenza della cultura che nei secoli ne ha consentito attuali gusto e qualità: è questo l’obiettivo che si propone l’amministrazione del Comune di Langhirano che, con il supporto operativo di Assapora@ppennino e la collaborazione delle Cantine aderenti al Consorzio dei Vini dei Colli di Parma, ripropone per il secondo anno l’iniziativa Prosciutto in Vigna.
Proporre alla gente di gustare Vino e Prosciutto proprio nei luoghi in cui l’uva si trasforma in vino dei Colli e festeggiare il matrimonio perfetto con il re dei salumi, sapori predestinati dalla stessa sapienza e storia comune. – ha dichiarato Giordano Bricoli, Sindaco di Langhirano – Vogliamo raccontare una storia antica, già dipinta nel soffitto della Camera d’Oro del Castello di Torrechiara, dove insieme all’amore per Bianca Pellegrini, Pier Maria Rossi volle raffigurato anche quello per le proprie terre e i buoni frutti del lavoro dei contadini.
Amore è dunque filo conduttore anche per i visitatori, che saranno invitati a scoprire i profondi legami tra sapori, forme ed elementi anche vivendo il dietro le quinte, passeggiando tra i vigneti.

Sul tema dell’amore per il territorio, la seconda edizione del Palio Fotografico #TorrechiaraScattiInnamorati, un concorso che premierà chi saprà realizzare una foto fatta con il cuore prima che con gli strumenti.
Tutti i dettagli del concorso si possono trovare sul sito
http://www.assaporaparma.it/palio-fotografico-torrechiarascattiinnamorati-2015

Dal 5 al 20 Settembre alcune Cantine dei Colli di Parma saranno con le porte aperte per accogliere i visitatori e soddisfare le loro curiosità.
Durante i tre fine settimana del Festival del Prosciutto (5-6) e del Salone del Camper (12-13 e 19-20 settembre), da Torrechiara sarà disponibile il BUS Cantine dedicato alla visita dei luoghi di produzione.
Ogni sabato e domenica sono in programma 3 partenze la mattina e 3 al pomeriggio per le visite alle cantine.
L’offerta complessiva sarà molto variegata tra musica, merende, pranzi e cene: tutto rigorosamente locale e tipico.
Partecipare è facile: si sceglie il giorno e l’ora e si prenota il Bus Cantine al 328.2250714 oppure assaporaparma@assaporaparma.it
Alla partenza si riceverà il proprio bicchiere nella tracolla-ricordo, all’arrivo si potrà visitare la Cantina e degustare il vino con le delizie che ogni Cantina avrà preparato “alla carta” nella propria offerta personalizzata.
Costo Bus andata/ritorno e sacca+bicchiere € 8 (bambini € 4).
Degustazioni in Cantina, pagamento secondo consumazioni.
Nei giorni 19 e 20 Settembre verrà proposto il gioco Degustazione al buio: si degusteranno e voteranno 3 diverse Malvasie per incoronare la più gradita che verrà premiata il 4 Ottobre in Castello a Torrechiara insieme ai vincitori del Palio fotografico, durante la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo.

Prosciutto in Vigna è un evento che fa parte del progetto co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna per l’internazionalizzazione delle imprese e dei territori.

Info, programma completo degli eventi:
http://www.assaporaparma.it/it/eventi/prosciutto-in-vigna-2015
Assapor@ppennino Agenzia per il Turismo di Comunità
Piazza Leoni 2 Torrechiara LANGHIRANO (PR)
tel: 328.2250714
email: assaporaparma@assaporaparma.it

martedì 1 settembre 2015

Grande Festa del Vino 2015, Mirano

Torna da domenica 13 a lunedì 14 settembre 2015 in Veneto e precisamente a Mirano (Ve) l'8^ edizione della Grande Festa del Vino, l’evento dedicato al vino che vede protagonisti 60 tra i migliori produttori nazionali ed europei.
Per due giorni incontri e cene gourmet fanno da cornice alle degustazioni che si svolgeranno dalle ore 10 alle ore 19 presso la Villa & Barchessa XXV Aprile.
comunicato stampa lagrandefestadelvino
Un evento straordinario.
Oltre 5.000 bottiglie di vini (oltre 300 etichette) e le centinaia di specialità gastronomiche presenti potranno essere degustate nella Villa e Barchessa di XXV aprile a Mirano (Ve), in Via Luigi Mariutto 1.
La Villa XXV Aprile sarà interamente dedicata alla degustazione dei vini italiani convenzionali e ai prodotti gastronomici salati e dolci.
Nella Barchessa della Villa XXV Aprile saranno invece sviluppati due temi differenti.
Nell'atrio saranno presenti vini internazionali provenienti dalla Francia, Slovenia, Austria, Germania e Ungheria, mentre nella sala mostre saranno in degustazione vini e prodotti gastronomici biologici, naturali, biodinamici esclusivamente italiani.
Vini dell’eccellenza made in Italy.
Alla 8^ edizione della Grande Festa del Vino si avrà la possibilità di degustare vini provenienti da ogni regione italiana e da altri 5 stati europei; ci saranno vini convenzionali, naturali, biologici, biodinamici, di montagna (da viticultura eroica), di mare, di collina, di pianura, di vignaioli indipendenti e di piccole realtà emergenti.
Si degusteranno vini premiati, come il Taurasi delle Cantine Antonio Caggiano (Bibenda Oscar del vino 2015 come miglior vino rosso italiano), il Vermentino di Gallura Superiore di Jankara (miglior vino bianco sardo al Porto Cervo Wine Festival), il Macchiarossa di Claudio Cipressi (Grand Gold Medal al Concours Mondiale de Bruxelles 2015), il Fiano di Avellino di Tenuta Sarno 1860 (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), l'Amarone della Valpolicella Morar di Valentina Cubi (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), l’Aglianico del Vulture Riserva Caselle della casa vinicola D’Angelo (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), il Verdicchio dei Castelli di Jesi Superiore San Michele di Vallerosa Bonci (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), Dogliani San Bernardo di Anna Maria Abbona (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), il Ripe del Falco di Ippolito 1845 (5 grappoli "vino dell'eccellenza" Guida Bibenda 2015), il CapoBranko di Branko (4 viti “vino dell’eccellenza” da Vitae 2015), il Vegro Rosso Riserva di Sengiari (4 vitii “vino dell’eccellenza” da Vitae 2015) solo per citarne alcuni italiani.
Vini straordinari internazionali.
Alla 8^ edizione della Grande Festa del Vino si avrà la possibilità di degustare vini provenienti dalla Francia come i grandi vini a denominazione AOC Alsace Grand Cru e gli Champagne di Montagne de Reims; i potenti vini del Collio Sloveno in anfora, i prestigiosi vini della Mosella in Germania, i preziosi e rinomati vini austriaci del Burgenland tra cui i muffati Trockenbeerenauslese e gli speciali vini ungheresi Tokaji Furmint e Aszu.
La cena con i produttori.
La sera è l’alta cucina a diventare protagonista con i piatti di Andrea Nardin chef di grande esperienza: domenica il Ristorante Antico Veturo dalle ore 20:30 ospiterà la “cena evento della 8° edizione della Grande Festa del Vino”, saranno presenti tutti i produttori della manifestazione.
Il ristorante proporrà un loro personale menu all'italiana, con grandi classici dal Nord al Sud rivisitati in chiave moderna.
Prenotare d'obbligo, posti limitati.
Biglietti acquistabili anche online.
Per i visitatori maggiorenni il biglietto costa € 10: dà diritto a penna e scheda di gradimento dei vini per votare il miglior vino degustato, dà diritto anche a calice professionale e tracolla portacalice.
Minori e famiglie usufruiscono di agevolazioni.
Per informazioni, telefonare al numero 041-5489920 o visitare il sito http://www.lagrandefestadelvino.it
Aziende partecipanti:
WINE
- Veneto
Ronfini – Col San Martino (TV) Coste Petrai – Vidor (TV) Ornella Bellia – Portogruaro (VE) Sengiari – Tramonte di Teolo (PD) Castello di Rubaro – Nanto (VI) Gallio – Breganze (VI) Marchetto – Gambellara (VI) Cantina Roncolato Antonio – Soave (VR) Valentina Cubi – San Pietro in Cariano (VR) Tamburino Sardo – Sommacampagna (VR)
- Friuli Venezia Giulia
Branko – Cormons (GO) Arzenton Maurizio – Spessa di Cividale (UD) Valchiarò – Torreano (UD) Borgo delle Oche – Valvasone di Pordenone (PN)
- Lombardia
Marchesi di Montalto – Montalto Pavese (PV) EnoEmme – Castel S. Giovanni (PC) Tenuta Ambrosini – Cazzago San Martino (BS) Brunello – Pozzolengo (BS)
- Trentino
Villa Corniole - Giovo (TN)
- Alto Adige
Egger Ramer- Bolzano (BZ)
- Piemonte
Anna Maria Abbona – Farigliano (CN) Montaribaldi – Barbaresco (CN)
- Valle D'Aosta
Chateau Feuillet – Saint Pierre (AO)
- Liguria
Bio Vio – Albenga (SV)
- Emilia Romagna
Villa Papiano- Modigliana (FC)
- Abruzzo
Angelucci – Castiglione a Casauria (PE)
- Marche
Vallerosa Bonci – Cupramontana (AN)
- Toscana
Dreolino – Rufina (FI) Mocali - Montalcino (SI) Suberli – Magliano (GR)
- Umbria
Raina – Montefalco (PG)
- Lazio
Luigi De Sanctis – Frascati (RM)
- Molise
Claudio Cipressi – San Felice del Molise (CB)
- Campania
Cantine Antonio Caggiano – Taurasi (AV) Tenuta Sarno 1860 – Avellino (AV)
- Basilicata
D’Angelo – Rionero in Vulture (PZ)
- Puglia
Cannito – Grumu Apulla (BA)
- Calabria
Cantine Vincenzo Ippolito 1845 – Cirò Marina (KR)
- Sardegna
Jankara - Sant'Antonio di Gallura (OT) Murales - Olbia (OT)
- Sicilia
Irene Badalà – Passopisciaro (CT) Cantine Barbera – Menfi (AG) Portelli Wine – Vittoria (RG) Buffà – Marsala (TP)
- Francia
Boutillez Vignon – Villers Marmery - Montagne de Reims Jean Paul Mauler – Mittelwihr - Alsace
- Austria
Gangl Wines – Illmitz
- Slovenia
Erzetic – Dobrovo - Goriska
- Ungheria
Chateau Pajzos – Sárospatak
- Germania
DRK-Sozialwerk – Bernkastel Kues
FOOD
- Veneto
Lazzaris - Conegliano (TV) Caseificio Tomasoni – Breda di Piave (TV) Forno San Gaetano – Mirano (VE) Coi & Negro - Cazzago di Pianiga (VE) Rosticceria Peron – Borgoricco (PD) Loison – Costabissara (VI) Apicoltura Meggiolaro – Montecchio Maggiore (VI)
- Piemonte
First's Filet – Neviglie (CN)
- Liguria
La Baita – Borghetto d’Arroscia (IM)
- Puglia
Masseria Coppi - Turi - (BA)