mercoledì 30 aprile 2014

Master Birra Slow Food, condotta del Fermano

La nuova Condotta del Fermano di Slow Food si pone l’obiettivo di coinvolgere nuovi volontari e realizzare progetti in più ambiti; con lo scopo di valorizzare le specificità del territorio fermano nella sua interezza, attraverso la programmazione di una serie di eventi conviviali, l’organizzazione di laboratori del gusto e di corsi su vino, olio, birra.
Alla guida della Condotta il nuovo fiduciario Luigi Silenzi, coadiuvato da un Comitato di Condotta in cui entrano a far parte molti giovani: Michele Di Ruscio, Paolo Concetti, Romina Fentini, Meri Ruggeri, Sara Benigni, Claudio Speranzini, Caterina Scibè, Alessandro Volta, Enrico Guzzo.
Punto focale dei prossimi anni sarà quello di diffondere la cultura gastronomica: per andare oltre la ricetta, perché dietro un cibo ci sono produttori, territori, emozioni e saperi.
comunicato stampa Slow Food condotta del Fermano
Quattro serate per avvicinarsi al mondo della birra, una delle bevande alcoliche più antiche che l'uomo conosca, che affonda le radici nella nascita stessa delle grandi civiltà.
Scopriremo, in modo divertente ma serio, che le birre sono molto di più dell'idea stereotipata del binomio pizza e bicchiere di bionda.
Parleremo di materie prime, di tecniche produttive, di storia, di stili e geografia, senza trascurare le modalità di conservazione, di servizio, la scelta dei bicchieri e gli abbinamenti.
Durante il Master of Food assaggeremo assieme una ventina di birre, italiane e non, che ci aiuteranno ad intuire le storie di uomini, di territori, di cultura, di tradizioni che sono immerse in ogni bicchiere.
PROGRAMMA
VENERDI' 16 MAGGIO ORE 20.30
Presentazione del Master e Introduzione alla degustazione.
Le caratteristiche e la geografia delle materie prime, con manipolazione e assaggio di acque, malti e luppoli, assaggio guidato di 5 birre.
VENERDI' 23 MAGGIO ORE 20.30
La produzione.
Il mosto, la fermentazione, le tipologie di confezionamento, la filtrazione, la pastorizzazione, la rifermentazione in bottiglia.
Intervento di un birraio.
Degustazione di 5 birre.
VENERDI' 30 MAGGIO ORE 20.30
La cultura e la geografia della birra.
Le grandi famiglie birrarie: Lager (Germania, Repubblica Ceca, ...) e Ale (Belgio, Regno Unito, ...).
L'analisi del legame tra la birra e il territorio con un approfondimento sulla situazione italiana.
Degustazione di 6 birre.
VENERDI' 6 GIUGNO ORE 20.30
La fermentazione spontanea, l'ancestrale e meraviglioso mondo dei lambic.
Indicazioni sulla conservazione delle birre, sul loro servizio (temperatura, bicchieri e tecnica) e sui loro abbinamenti.
Le birre più alcoliche, da invecchiamento, o che fanno stile a sé.
Degustazione di 6 birre.
DATA DA STABILIRE CON I CORSISTI : Produzione dimostrativa di una cotta di birra fatta in casa con il metodo “all grain BIAB” e visita al luppoleto sperimentale di Casette d'Ete (FM).

Al termine verrà rilasciato l’attestato di partecipazione al corso di formazione denominato “master Birra Slow Food”, organizzato da Slow Food Italia.

Costo del corso: (con guida alle birre d’Italia SlowFood, dispense e bicchieri da degustazione inclusi)
Per iscritti Slow Food: € 90
Per iscritti Slow Food con meno di 30 anni: € 80
Per non iscritti: € 90 + € 25 euro per iscrizione Slow Food
Per non iscritti minori di 30 anni € 80 + € 10 per iscrizione Slow Food
A conferma della domanda di partecipazione si chiederà il versamento di una caparra di 20 euro che verrà poi detratta al versamento del saldo, all’inizio del corso.

Sarà possibile aderire al corso entro e non oltre 8 maggio 2014.

Tutte le lezioni del corso del “MASTER DI BIRRA” si svolgeranno presso La Casa Birraia Briuoteca sita in via Santa Lucia 832 a Casette d'Ete di Sant'Elpidio a Mare (FM) coordinate gps: 43,252162 13,688116
Per info e prenotazioni:
tel 3881111080 (Marco)
Mail: briuoteca@gmail.com
dal giovedì alla domenica presso Casa Birraia Briuoteca dalle ore 18:00.


Modulo di iscrizione Primo Master Birra Slowfood Condotta del Fermano

Io sottoscritto/a ________________________________________________________

di cittadinanza _________________________________________________________

codice fiscale__________________________________________________________

nato/a ____________________________________________il___________________

residente a______________________________________ prov. _________________

in via_________________________________________________ cap.____________

CHIEDE di essere ammesso/a al Primo Master Birra Slowfood Condotta del Fermano.
A conferma della domanda di partecipazione si chiederà il versamento di una caparra di 20 euro che verrà poi detratta al pagamento del saldo, all’inizio del corso.

data____/____/2014

in Fede ___________________________

✄ ---------------------------------------✄-----------------------------------------------------

Ricevuta di Acconto

Io sottoscritto __________________in qualità di resposabile organizzatore del Primo Master Birra Slowfood Condotta del Fermano ricevo dal sig___________________________ la quota di euro 20 quale caparra confirmatoria che verrà detratta al pagamento del saldo, all’inizio del corso.
Il responsabile ________________________

domenica 27 aprile 2014

The World's 50 Best Restaurants 2014, diretta da Londra.

by www.theworlds50best.com
comunicato stampa MAGENTAbureau
Lunedì 28 aprile a Londra, sarà svelata la nuova classifica "The World's 50 Best Restaurants".
Sponsorizzata da Acqua Panna e S.Pellegrino, ogni anno segnala i 50 migliori ristoranti al mondo.
Chi conosce l'evento, sa quanto sia seguito e commentato dalla stampa internazionale.
Segui in live streaming la cerimonia.
Clicca su
e collegati alla diretta da Londra.
Scopri e commenta in diretta le nuove posizioni in classifica utilizzando l’hashtag #worlds50best
| Lunedì 28 aprile ore 21,00 - ora italiana |

La classifica 2013
http://www.theworlds50best.com/list/1-50-winners

INFO
Magenta srl
| MAGENTAbureau |
Communication&PressOffice
C.so Magenta 46 | Milano

giovedì 24 aprile 2014

Infinito Wine Festival 2014 a Recanati

L'Associazione Culturale Enogastronomia.it operante nel settore comunicazione food & beverage, organizza la 3^ edizione di Infinito Wine Festival.
Sabato 3 e domenica 4 maggio 2014
Palazzo Comunale di Recanati (MC).
Patrocinio: Regione Marche, Comune di Recanati, Camera di Commercio di Macerata.

Programma
  • Sabato 3 Maggio
- Ore 15.00 Palazzo Comunale apertura festival
- Ore 15.30 Atrio Comunale inaugurazione e taglio del nastro con autorità ed ospiti.
- Ore 16.00 Atrio comunale
Show cooking: “Il MASTER E LA CHEF” sfida semiseria ai fornelli tra il D.A. Prof. Carlo Cambi e Ludovica Baiocco concorrente della trasmissione Masterchef 2013.
- Ore 17.00 Sala consiliare
Degustazione orizzontale e dibattito su: CHIUSURE DEI VINI , GESTIONE DELL’OSSIGENO E SOSTENIBILITA’ a cura della NOMACORC moderatore Prof. Carlo Cambi, relatore Filippo Peroni Direttore Italia Nomacorc, Enologo Roberto Potentini, Prof Stefano Isidori A.I.S
- Ore 18.00 Sala consiliare
Verticale: Azienda Alberto Quacquarini.
Relatore Prof. Carlo Cambi
* ingresso consentito con special ticket di € 15 da acquistare on line.
- Ore 19.30 Atrio comunale
Show cooking: “LA CUCINA DEL RICICLO” a cura dello Chef Luisanna Messeri della trasmissione “La prova del cuoco” di Raiuno.
- Ore 23.00 Palazzo Comunale chiusura festival.
  • Domenica 4 Maggio
- Ore 10.00 Palazzo Comunale Apertura festival
- Ore 10.30 Sala consiliare
Convegno: “SANO COME UN PESCE, AZZURRO COME L’ADRIATICO”, moderatore Prof. Carlo Cambi, ospiti: Assessore regionale Sara Giannini, Sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, Direzione Generale Banca dell’Adriatico SpA Dott. Andrea Everard Weldon, Direttore Agriventure, Presidente Consorzio PescaAncona, Facoltà di Agraria di Macerata Prof. Francesco Adornato.
- Ore 12.00 Atrio Comunale
Show cooking: ” IL VEGETARIANO MEDITERRANO”, moderatore Prof. Carlo Cambi, ospite lo Chef Stellato Michele Biagiola.
- Ore 13.30 Atrio comunale
Show cooking: “LA CUCINA DI FAMIGLIA” ospite l’azienda Veri d’Italia, degustazione di sughi a base di pesce dell’Adriatico. Relatore Prof. Carlo Cambi.
- Ore 15.00 Sala consiliare
Verticale: ospite azienda Caprai regione Umbria , in occasione del 40 anno dell’azienda. Relatore Prof. Carlo Cambi
* ingresso consentito con special ticket di € 15 da acquistare on line.
- Ore 17.00 Sala consiliare
Degustazione: “ Tutti i profumi del bianco” azienda Il Pollenza, degustazione di vini bianchi. Relatore Prof. Carlo Cambi
* ingresso consentito con special ticket di € 15 da acquistare on line.
- Ore 18.30 Sala consiliare
Verticale: ospite azienda Masciarelli regione Abruzzo Relatore Prof. Carlo Cambi.
* ingresso consentito con special ticket di € 15 da acquistare on line.
ingresso: € 10
ingresso soci AIS: € 8
info, elenco espositori, prenotazioni, contatti:
web http://www.infinitowinefestival.it/
tel 349 1225865
email info@enogastronomia.it
marketing@enogastronomia.it

martedì 22 aprile 2014

Rosati d'Italia 2014, Enoclub Siena

27 aprile 2014 Firenze - Rosati d'Italia 2014 - Enoclub Siena
comunicato stampa Enoclub Siena
La manifestazione ha lo scopo di porre una luce chiara ed ampia su una tipologia rimasta a lungo in ombra, poco considerata e per niente valorizzata.
Considerato nel migliore dei casi un vino da bere fresco in estate e poco più.
La grande carrellata di oltre 100 rosati italiani che verranno proposti in degustazione libera è anche un viaggio tra gli autoctoni italiani, tra le tante aree geografiche, la tradizione dei territori e le diverse tipologie di rosati disponibili in commercio.
Vini che a dispetto di una popolarità ancora in divenire, finiscono presto in cantina e in enoteca.
La beva è facile, ma non banale.
In un periodo in cui si cercano vini dalle fruizione non eccessivamente complessa, dal giusto prezzo e dalla piena aderenza territoriale, il rosato è un vino in grado di accontentare le esigenze commerciali del produttore e la richiesta di versatilità al giusto prezzo da parte del consumatore.

Data e luogo dell'evento:
Domenica 27 aprile - ore 11:00 / ore 22:30
I Cinque Sensi - via Pier Capponi, 3A rosso - Firenze
Ingresso:
€ 15 con calice in omaggio
€ 10 riduzione Enoclub Siena, Fisar, AIS, ANAG

Evento su facebook: http://www.facebook.com/events/221887388012260

Informazioni e prenotazioni:
Enoclub Siena
Tel: 3285436775 (Davide Bonucci)
3475713469 (Lionella Genovese)
3356184090 (Giovanni Sindaco)
Email: enoclubsiena@gmail.com
eleganzaveneta@gmail.com
info@ristoranteicinquesensi.com

giovedì 17 aprile 2014

Refosco Peduncolo Rosso e Rosso Piceno Superiore.

Il patrimonio ampelografico italico è costituito da oltre 1.000 vitigni, che sono parte integrante di uno scenario di biodiversità unico; dovuto ai differenti fattori microclimatici e morfologici che caratterizzano i vari territori. 
E' quindi un dato di fatto, che alcuni vitigni trovino in alcune aree geografiche e non in altre, l'habitat ideale.
A confronto in questo caso, due vini di ottima fattura, provenienti da areali non limitrofi e ottenuti da vitigni locali.
Friuli Colli Orientali Doc Refosco dal Peduncolo Rosso '09 - alcool 13,5 % - circa € 20.
Azienda Livio Felluga - Brazzano di Cormons (GO)
http://www.liviofelluga.it/
E' ottenuto da uva Refosco dal Peduncolo Rosso, così chiamato per il pedicello dell'acino che diventa rosso prima della vendemmia; diffuso in tutto il Friuli e imparentato con l'uva Terrano, che nella zona del Carso dà vini a volte spigolosi.
Questo Refosco invece contraddice totalmente l'idea di vino scontroso, caratterizzandosi per doti di piacevolezza, oserei dire ruffiana, sia al naso che al palato.
Si presenta alla vista di un magnifico rosso rubino carico con riflessi porpora.
Note olfattive intense, ampie, surmature, giocate su toni di grafite, humus, frutto nero macerato e ciliegia.
Al gusto le sensazioni sembrano stemperarsi e virare verso toni più gioviali di piccoli frutti, ribes, liquirizia, radice fresca.
Avvolgente e sapido al palato, con finale leggermente tannico.
Maturato per un anno in barrique e affinato per altri 4 mesi in bottiglia.
Rosso Piceno Doc Superiore '09 Oro - alcool 13,5 % - circa € 12.
Tenuta De Angelis - Castel di Lama (AP)
http://www.tenutadeangelis.it/
Quando si parla di Rosso Piceno o della tipologia Superiore, è bene precisare che la Denominazione Rosso Piceno è la più vasta della regione Marche, andando ad interessare i territori di ben quattro delle cinque provincie, con esclusione di quella di Pesaro-Urbino.
La tipologia Superiore invece, è riferimento territoriale posto a tutela dell'area classica storicamente vocata, corrispondente ad una ristretta zona a ridosso della sponda sinistra del fiume Tronto, che dal mare Adriatico arriva fino ad Ascoli Piceno, delimitata a sud dalla via Salaria e a nord dalla strada Ripatransone-Grottammare.
Detto ciò, questo Rosso Piceno Superiore ottenuto da uve selezionate 70% Montepulciano e 30 % Sangiovese, prodotto in circa 30.000 bottiglie, si presenta alla vista di color rosso rubino scuro concentrato.
Mediamente intenso al naso, dove predominano sensazioni d'amarena e cuoio.
Al gusto è più convincente, deciso, tipico, sfiorando linee rusticaneggianti.
Contraddistinto in questa fase da toni maturi di frutto nero in confettura, spezia dolce, liquirizia, mineralità.
Non lunghissimo il finale.
Premiato quest'anno col simbolo dell'eccellenza dalla Guida "Le Marche nel Bicchiere 2014" curata da Associazione Sommelier AIS Marche (riconoscimento assegnato ai vini con valutazione pari o superiore a 85/100)

sabato 12 aprile 2014

BtoB a Vilnius (Lituania)


Incontri BtoB tra aziende italiane ed operatori lituani food & beverage
14 maggio 2014 Vilnius
Export agroalimentare: incontri commerciali diretti con importatori Lituani e dei Paesi Baltici per lo sviluppo mirato di accordi di business.
comunicato stampa Strive International Consulting
Le aziende agroalimentari italiane incontrano i principali importatori e buyer dell'area del Baltico a Vinius- Lituania, il 14 Maggio 2014.
Le categorie di buyer presenti saranno: importatori di prodotti alimentari, bevande ed alcolici, distributori alimentari, gourmet shop, responsabili acquisti di catene di supermercati, ristoranti, wine bar, scuole di cucina.
Le aziende partecipanti hanno la possibilità di presentare i prodotti anche in abbinamento a piatti tipici della tradizione regionale, in quanto l'evento si svolge in un hotel.
Le aziende hanno a disposizione tutto il materiale necessario per effettuare i tasting con gli importatori, l'assistenza dello staff Strive e di un traduttore.
Evento organizzato da Strive International Consulting

- Tutti video dei precedenti incontri con importatori /buyer:
http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=STRIVEMKTG
- Tutte le foto dei precedenti incontri BtoB Italia- Lituania sono disponibili sulla Pagina Facebook della Strive:
https://www.facebook.com/striveconsultants/photos_albums
- oppure sulla Pagina Google+ della Strive: https://plus.google.com/b/100563203659471039273/100563203659471039273/photos

Per informazioni:
Telefono: +39 393 4739568
info@strive.it
http://www.strive.it/

mercoledì 9 aprile 2014

Indagine settore vinicolo 2014, Ufficio Studi Mediobanca

Il vino italiano cresce trainato dall’estero.
In occasione del Vinitaly l’Ufficio Studi Mediobanca fa il punto sullo stato di salute del vino italiano pubblicando l’edizione 2014 dello studio sul settore.
by mediobanca.it
comunicato stampa Media Relations
Milano 3 aprile 2014,
L’Ufficio Studi di Mediobanca presenta l’aggiornamento annuale dell’indagine sul settore vinicolo italiano.
Il faro è puntato su 111 società produttrici, tra cui tutte quelle con un fatturato superiore ai 25 milioni.
Oltre al mercato italiano lo sguardo degli analisti abbraccia anche il panorama internazionale attraverso l’analisi aggregata di 14 tra i maggiori produttori mondiali (con vendite superiori a 150 milioni) e quella della dinamica di Borsa delle 46 aziende quotate nel mondo.
Tra i punti di rilievo: la robusta crescita del fatturato italiano nel 2013 (+4,8%) in controtendenza con il settore alimentare (+0,3%) e manifatturiero (-0,3%); il ruolo sempre più rilevante dell’export (+7,7%); la performance dell’indice di Borsa mondiale del settore vinicolo che da gennaio 2001 è cresciuto del 225,7%; le attese positive per il 2014 dei produttori italiani (il 92% confida di non ridurre le vendite), anche se cala la quota degli ottimisti (solo l’8% prevede una crescita boom superiore al 10%).
L’indagine completa è disponibile per il download sul sito www.mbres.it
by mbres.it
Agli stranieri piace lo spumante italiano.
E’ un 2013 da incorniciare per gli spumanti italiani che vedono aumentare le vendite all’estero del 10,3%.
Ma il trend non è limitato ai soli spumanti: il fatturato estero dei maggiori produttori italiani cresce del 7,7% (in Italia la crescita è dell’1,8%) e traina il fatturato complessivo 2013 a un lusinghiero +4,8%.
Una corsa, quella del vino italiano, che risulta ancora di più significativa se paragonata alla contestuale contrazione della manifattura (-0,3%) e alla debolezza delle industrie alimentari (+0,3%).
Anche allargando lo sguardo a un orizzonte temporale più ampio, il vino italiano conferma un trend di crescita costante.
Nel 2013 le vendite complessive si portano del 24,1% sopra il livello del 2008, grazie soprattutto a una crescita dell’export del 40,4%, mentre le vendite nazionali si “fermano” a una crescita del 10,7%.
Il fatturato manifatturiero è del 6,2% sotto il 2008.
Europa e Nord America fanno la parte del leone.
Nel 2013 il 51% delle bottiglie che hanno varcato i confini nazionali sono state assorbite dall’UE con un incremento delle vendite del 9,2% rispetto al 2012.
Il Nord America si conferma la seconda piazza estera per il vino italiano assorbendo il 32,7% dell’export e registrando una crescita del 3,9% rispetto allo scorso anno.
Marginale il contributo dell’America Latina (1,4%) mentre il resto del mondo (Africa, Medio Oriente e Paesi Europei non UE) si attesta al 10,6% (in crescita del 14,9%).
Chi vince tra i top seller?
Al vertice della graduatoria 2013 per fatturato troviamo le Cantine Riunite-GIV con 534 milioni di fatturato e un miglioramento del 4,2% sul 2012.
La piazza d’onore spetta a Caviro con 327 milioni e un incremento del +15,2% rispetto allo scorso anno.
Terzo gradino del podio per la divisione vini della Campari (228 milioni, +15,8%); segue la Antinori a 166 milioni (+5,5% sul 2012) che si colloca in quarta posizione (sesta nel 2012) scalzando la cooperativa Mezzacorona quinta a 163 milioni (+1,7%); la F.lli Martini scende dalla quinta alla sesta posizione con vendite a 159 milioni (+0,5%) mentre guadagna la settima posizione la Casa Vinicola Zonin a 154 milioni (+9,9%) superando la cooperativa Cavit ottava a 153 milioni (-0,1% sul 2012); chiudono la top ten la Casa Vinicola Botter, nona (guadagna tre posti) grazie a una sorprendente crescita delle vendite (+30%), e la Enoitalia che, pur cresciuta del 13,2%, cede una posizione ed è decima.
Il record di crescita spetta tuttavia alla veneta Contri Spumanti che nel 2013 ha fatto registrare un incremento del 31,3% rispetto al 2012.
Se invece si guarda alla capacità di competere all’estero la palma d’oro va alla Casa Vinicola Botter Carlo & C. che realizza il 94,8% del proprio fatturato al di fuori dei confini italiani, seguita a stretto contatto dalla Ruffino (93,2%), dalla Masi Agricola (91,2%) e dalla Fratelli Martini Secondo Luigi (90%).
La nostra più grande azienda, Cantine Riunite-GIV, è settima a livello mondiale (preceduta dalla cinese Yantai).
Veneto e Toscana davanti a tutti.
La classifica dei produttori in base alla forza dei loro bilanci vede in testa la veneta Masi Agricola, seguita dalla Casa Vinicola Botter, anch’essa veneta, e dalla toscana Antinori.
Il Gruppo Cevico è la migliore cooperativa (quarta), davanti alle attività del Gruppo Santa Margherita.
Le due regioni con le performance migliori sono Veneto e Toscana che riescono a piazzare nella Top10 rispettivamente cinque e tre società.
…e il 2014, sarà una buona annata?
Il 92% degli intervistati vede rosa e prevede di non subire un calo delle vendite per l’anno a venire.
Se il settore mostra fiducia circa la solidità e sostenibilità delle proprie performance di vendita si restringe tuttavia il gruppo dei produttori “ottimisti”.
Il numero di coloro i quali prevedono per il 2014 una crescita delle vendite superiore al 10% cade infatti dal 26,8% del 2013 (39,7% nel 2012) all’8,1%.
Nell’insieme quindi permane un’intonazione positiva, ma senza gli exploit del 2011 e 2012 quando gli ottimisti sfioravano il 40%.
Nessun produttore di spumante teme di perdere vendite nel 2014.
Anche alla Borsa piace il vino.
Investire nel vino sembra essere stato un ottimo affare per chi ha saputo scegliere i produttori e i paesi giusti.
Almeno questo è il dato che emerge dell’analisi della performance dell’indice di Borsa mondiale del settore vinicolo elaborato da Mediobanca che da gennaio 2001 a marzo 2014 è cresciuto del 225,7%, un dato ben al di sopra delle Borse mondiali che hanno segnato un più modesto progresso del 61,8%.
Le migliori performance dei titoli vinicoli in termini relativi (ossia al netto delle dinamiche delle Borse nazionali) sono segnate dal Nord America (+349,9%) e dalla Francia (+103,4%).
Attenzione però, non tutte le piazze hanno registrato un dato positivo: Australia -33,6%, Cile -38,2% e Cina -68,6%.
Va segnalato infine che nel mondo sono 46 le società produttrici di vino quotate in Borsa, ma nessuna ha passaporto italiano.
Tuttavia se la crescita dei produttori italiani continuerà a seguire i trend positivi fin qui descritti c’è da scommettere che presto anche questo dato andrà aggiornato.





Media Relations Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A.
Piazzetta E. Cuccia, 1 - 20121 Milano
tel + 39-02-8829012 -319
fax +39-02-8829617

lunedì 7 aprile 2014

Expo Piceno 2014, le imprese incontrano nuovi mercati.

EXPO PICENO riapre per un'edizione speciale.
Un'edizione "spring" dedicata alla grande distribuzione russa.
Dall'8 all'11 maggio 2014 incontra la GDO russa.
L'iniziativa fa seguito ad un primo incontro tenutosi in Ascoli Piceno il 18 dicembre 2013.
In quell'occasione un importante imprenditore russo aveva fatto tappa nel territorio, siglando alcuni significativi accordi con alcune delle circa 20 imprese incontrate in seno a Confindustria Ascoli Piceno.
A seguito delle ottime prospettive, Comitato Piccola Industria e Sezione Alimentare, con il supporto dell'Area Internazionalizzazione di Confindustria Ascoli Piceno, ospiteranno da giovedì 8 a domenica 11 maggio 2014 una primaria delegazione di imprenditori russi operanti nel settore food and beverage.
La domanda di prodotti agro-alimentari italiani in Russia si è dimostrata veramente significativa.
Solo per citare l'ambito vitivinicolo, la Russia ha importato nel 2012 circa 25 milioni di litri di vino dall'Italia e solo nei primi nove mesi del 2013 (fonte ufficiale più recente), questo dato è incrementato di oltre il 30%, avendo già superato i 30 milioni di litri di vino importato.
Tuttavia la quota detenuta dai prodotti, vitivinicoli e non, di origine marchigiana è in proporzione molto bassa.
Pertanto con la delegazione russa, composta da responsabili acquisti, import manager e direttori commerciali, saranno pianificati incontri in stile BtoB e visite aziendali.
Per supportare l'iniziativa le imprese partecipanti potranno promuovere la loro offerta attraverso la degustazione dei propri prodotti nei break durante i BtoB nonché nelle cene come da programma.
A tal proposito sarà premura dell'organizzazione contattare singolarmente le imprese che daranno disponibilità nella scheda di adesione per organizzare al meglio l'allestimento dei prodotti presso la sede.
Sarà infine possibile proporre delle visite aziendali che verranno pianificate alla luce degli esiti e del gradimento degli incontri, nella giornata conclusiva del programma.
Per poter partecipare a qualunque fase del programma occorre iscriversi tramite la scheda di adesione allegata:
http://www.expopiceno.it/download/modulistica/SCHEDA_ADESIONE_EXPO_PICENO_MAGGIO_2014.pdf
by Expo Piceno
Il programma provvisorio prevede:
- giovedì 8 maggio, cena di benvenuto con gli operatori a partire dalle ore 20.30
- venerdì 9 e sabato 10 maggio, spazio interamente dedicato al matching; gli incontri si terranno in due sessioni, una mattutina (dalle ore 9.00 alle ore 13.00) ed una pomeridiana (dalle ore 14.00 alle ore 17.30).
Nella pausa è previsto un buffet di degustazione;
- domenica 11 maggio, termine BtoB ed eventuali visite aziendali.

Le aziende si dovranno prenotare inviando la scheda di adesione compilata via fax allo 0736/273237 ovvero all’indirizzo di posta elettronica crincoli@confindustria.ap.it entro e non oltre 24 aprile 2014.

Si sottolinea che:
- lo schema di incontri è a slot di 30 minuti ad azienda;
- per la creazione delle agende verrà preso in considerazione l’ordine cronologico di arrivo delle prenotazioni;
- il giorno 9 maggio sarà esclusivamente dedicato alle aziende associate a Confindustria Ascoli Piceno;
- tutte le aziende dovranno garantire la loro presenza con almeno 1 ora di anticipo sull'orario di appuntamento previsto;
- pur essendo prevista la presenza di alcune interpreti consigliamo vivamente alle aziende di organizzarsi autonomamente con collaboratori in lingua russa o quantomeno in lingua inglese;
- è indispensabile allegare alla scheda di adesione una presentazione del profilo aziendale in lingua inglese;
- per le aziende associate a Confindustria Ascoli Piceno non è previsto alcun costo;
- per le aziende comunque aderenti a qualunque territoriale o federazione di Confindustria il costo è di €150,00 + IVA;
- per le aziende non aderenti a Confindustria il costo è pari a €250,00 + IVA (tale somma sarà restituita nel caso di iscrizione a Confindustria Ascoli Piceno entro l'anno 2014);
- l'adesione da diritto all'accredito per due persone alla cena di gala prevista la sera di giovedì 8 maggio 2014.
Per ulteriori partecipanti verrà richiesto un contributo di € 25,00 + IVA a persona.

Expo Piceno
  • Business Center
  • Via San Giovanni
  • 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
  • http://www.expopiceno.it/

Per informazioni:
Piccola Industria, Dott. Crincoli Piergiorgio – crincoli@confindustria.ap.it - 3355649540
Sezione Alimentare, Dott.ssa Giovanna Di Marco – dimarco@confindustria.ap.it - 3209025263

sabato 5 aprile 2014

Vernaccia di Serrapetrona a Vinitaly 2014

La Vernaccia di Serrapetrona è una delle produzioni più piccole in Italia, ma tra quelle con maggiore personalità.
Sarà presente con i suoi produttori al Vinitaly 2014, il Salone internazionale dedicato al vino, in programma a Verona dal 6 al 9 aprile.
comunicato stampa Moretti Comunicazione
AL VINITALY LA ‘PERLA NERA’ DELLA PRODUZIONE MARCHIGIANA
La Vernaccia di Serrapetrona Docg e il Serrapetrona Doc all’appuntamento di Verona dal 6 al 9 aprile.
Saranno rappresentate le due espressioni del vitigno autoctono Vernaccia Nera, con i suoi tratti distintivi della mineralità e dei profumi di sottobosco:
Vernaccia di Serrapetrona Docg versione spumantizzata
Serrapetrona Doc versione ferma.
“La Vernaccia di Serrapetrona è un prodotto unico, profondamente legato al suo territorio, il primo nelle Marche ad aver ricevuto la denominazione di origine controllata e garantita – commenta Alberto Mazzoni, direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini -.
Nell’ambito del Vinitaly abbiamo organizzato due giornate di degustazione dedicate alle docg, martedì 8 e mercoledì 9 aprile presso lo stand della Regione Marche, dove si potrà apprezzare anche la Vernaccia di Serrapetrona”.

Il vitigno autoctono Vernaccia Nera, con 70 ettari vitati, viene coltivato unicamente nel territorio di Serrapetrona (MC), borgo di grande fascino incastonato tra i monti Azzurri.
Un rigido disciplinare preserva questo legame, imponendo che non solo il vitigno e la localizzazione dei vigneti debbano rientrare nella zona di Serrapetrona, ma che anche i processi di vinificazione e d’imbottigliamento avvengano in loco.
Ecco perché la Vernaccia di Serrapetrona è il prodotto tipico per eccellenza, non riproducibile altrove.
Questo microcosmo dedito alla cultura del vino attira ogni anno a Serrapetrona (MC) migliaia di appassionati in occasione di Appassimenti Aperti, la manifestazione che apre i luoghi suggestivi dedicati all’appassimento delle uve, mostrando il lavoro faticoso e appassionato dei produttori.
Quest’anno l’appuntamento è per le domeniche del 9 e 16 novembre.
Al Vinitaly 2014 saranno presenti i seguenti produttori:
Azienda agricola Colleluce
Azienda agricola Alberto Quacquarini
Tenuta Colli di Serrapetrona.
Le due espressioni della Vernaccia Nera esaltano aspetti diversi e ugualmente sorprendenti di questo vitigno.
La Vernaccia di Serrapetrona Docg è l’unico vino rosso spumante docg in Italia: “Un vino che nasce da grande impegno e dedizione - commenta Franca Malavolta, coordinatrice del Comitato Vernaccia di Serrapetrona docg –; il vitigno cresce in alta collina e matura tardivamente, la lavorazione prevede tempi lunghi perché include tre fermentazioni, una caratteristica che rende questo spumante assolutamente unico”. Nella versione dolce, si apprezza in particolare con dolci da forno, mentre nella versione secca è ottimo con formaggi e salumi, ma anche accanto a sapori corposi come i vincisgrassi, uno dei piatti più rinomati della cucina marchigiana.
Se le bollicine sprigionano il lato più brioso della Vernaccia Nera, il Serrapetrona Doc ne ripercorre la storia: “Nelle origini la Vernaccia era conosciuta come vino fermo – spiega Costantino Grilli, coordinatore del Comitato Vernaccia di Serrapetrona doc -; la spumantizzazione è stata introdotta in seguito. Il fascino del Serrapetrona doc sta proprio nel celebrare quest’anima antica della Vernaccia e nel conservarne al massimo profumi e speziature”. Il Serrapetrona doc è un vino a tutto pasto che si sposa splendidamente con primi al ragù, salumi, carni rosse e formaggi semi-stagionati.

Ecco, con maggiore dettaglio, i produttori di Vernaccia di Serrapetrona presenti al Vinitaly nel padiglione 7 dedicato alle Marche:
Azienda agricola Colleluce:
pad.7, area Regione Marche - C 9 / stand 46
Colleluce è una piccola azienda familiare che vede la Vernaccia di Serrapetrona docg come produzione di punta.
Nasce per iniziativa di Bruno Iacoponi, enologo, affiancato dalla moglie Franca, che lascia il suo lavoro di impiegata alle poste per seguire l’azienda.
Curare bene la vigna, rispettare il tempo e i tempi naturali piuttosto che magie nei serbatoi, è il credo di questa azienda.
La bassa resa del vigneto dovuta a drastica potatura, l'attenta selezione dell'uva migliore, più sana, per l'appassimento e la scelta di utilizzare solo uva propria, fanno sì che la produzione sia limitata 28/30.000 bottiglie/anno.
www.colleluce.it
Azienda agricola Alberto Quacquarini:
Pad 7 / C5
Realtà storica della Vernaccia di Serrapetrona, l’azienda è nata nel 1958 per iniziativa di Alberto Quacquarini che con passione e tenacia ha avviato la produzione.
Oggi l’azienda è guidata dai figli Monica, Luca e Mauro, che traducono tutta l’esperienza imprenditoriale in una produzione moderna ed efficiente, capace al tempo stesso di conservare le antiche tradizioni.
Con 35 ettari di vigneto, tutti certificati biologici, l’Azienda Alberto Quacquarini è oggi il maggior produttore di Vernaccia di Serrapetrona Docg.
www.quacquarini.it
Tenuta Colli di Serrapetrona:
Pad. 7, area Regione Marche / C 6-7-8 / stand 29
Sette vigneti intervallati da boschi a 550 metri di altitudine sono il patrimonio dei 23 ettari della Tenuta Colli di Serrapetrona.
Un’azienda che nasce con la volontà di recuperare le antiche origini, quando la Vernaccia era conosciuta ed apprezzata come vino fermo prima che intervenisse la spumantizzazione.
Una volontà che si traduce in ricerca enologica, nello studio approfondito dei vitigni e delle antiche tecniche di lavorazione di queste uve.
La produzione si concentra sul Serrapetrona doc e vanta punte di eccellenza premiate da guide e riviste specializzate.
www.tenutacollidiserrapetrona.it

Appassimenti Aperti
Appassimenti Aperti è la manifestazione dedicata alla valorizzazione della Vernaccia di Serrapetrona docg e del Serrapetrona doc.
Si tiene ogni anno in novembre a Serrapetrona (MC), in uno scenario naturale di incomparabile bellezza.
Nella due domeniche dedicate alla manifestazione, i produttori aprono gli Appassimenti: i suggestivi luoghi dove le uve vengono conservate per mesi ad appassire.
La 9^ edizione si svolgerà quest’anno nelle domeniche del 9 e 16 novembre.
Parteciperanno le seguenti cantine:
Azienda agricola Lanfranco Quacquarini,
Azienda agricola Alberto Quacquarini,
Azienda agricola Massimo Serboni,
Tenuta Colli di Serrapetrona,
Azienda agricola Colleluce,
Podere sul Lago di Sandrino Quadraroli.
www.appassimentiaperti.it

mercoledì 2 aprile 2014

Il vero Brodetto Sangiorgese DeCO, calendario di circuito 2014.

L'Amministrazione Comunale di Porto S. Giorgio (FM) e l'Assessorato alle Attività Produttive, in collaborazione con Camera di Commercio di Fermo e Associazione Culturale "Chi Mangia La Foglia", organizzano la 2^ edizione del circuito:
"Il vero Brodetto Sangiorgese".
Appuntamenti gastronomici con il Brodetto certificato DeCO (denominazione comunale d'origine), presso i ristoranti della città aderenti all'iniziativa.
Tutti i venerdì dei mesi di Aprile, Maggio, Giugno 2014
Ristoranti Aderenti
Ristorante Davide (Best Western Hotel David Palace - lungomare Gramsci sud, 503)
tel. 0734 676848
Ristorante Stern: via Sacconi 19
tel. 0734 673251
Chalet Quadrifoglio: lungomare Gramsci 131
tel. 0734 672466
Ristorante Campanelli: via Properzi 185
tel. 0734 673338
Chalet Vela: lungomare Gramsci 112
tel. 329 0549863
Chalet Matilda: lungomare Gramsci 155
tel. 0734 675947
Chalet Il Delfino Verde: lungomare Gramsci 313
tel. 0734 676750 - 339 6008021
Chalet Canto do Mar: lungomare Gramsci (centro)
tel. 0734 672067 - 348 7364333
Chalet Zulù: lungomare Gramsci (sud)
tel. 335 452678
Chalet Duilio: lungomare Gramsci (sud)
tel. 0734 678731
Ristorante Il Caminetto: lungomare Gramsci 365
tel. 0734 675558
Trattoria Le Frattine: via Donizetti 9
tel. 339 2338586 - 339 6526773
Info
tel. 0734 680263

martedì 1 aprile 2014

Villa Favorita VinNatur 2014, Sarego (VI)

Villa Favorita VinNatur
5-7 aprile 2014
11^ edizione
by vinnatur
Salone dei vini naturali organizzato per l’undicesima volta dall’associazione VinNatur fondata da Angiolino Maule.
Percorso di degustazione per conoscere i vini naturali italiani ed europei.
Circa 150 sono i viticoltori naturali, provenienti dall’Italia e dall'estero, il cui comune obiettivo è quello di condividere tecniche ed esperienze, per produrre vino in maniera naturale, sia in vigna che in cantina e divulgare la cultura del “terroir”.

Ogni visitatore potrà incontrare e conoscere i produttori, nonchè acquistare il vino in degustazione.

Novità di questa edizione è la Tasting Room: sala allestita per le degustazioni e riservata ad operatori del settore, buyer, distributori, stampa.

Di rilievo la componente gastronomica: artigiani selezionati proporranno tipicità locali, formaggi, salumi, olio, cioccolato.
Inoltre lo chef Stefano De Lorenzi coadiuvato dallo staff del ristorante "Zenzero" di Grumolo delle Abbadesse (VI), curerà la fase della ristorazione elaborando menù, spuntini veloci, cestini pic-nic; preparati con materie prime biologiche e ideati per esaltare al meglio l’abbinamento con i vini naturali.

Programma dell’evento
– sabato 5 aprile dalle ore 10.00 alle ore 18.00
– domenica 6 aprile dalle ore 10.00 alle ore 18.00
– lunedì 7 aprile dalle ore 11.00 alle ore 18.00
Costo biglietto di entrata
€ 20 al giorno
comprensivi di guida della manifestazione e bicchiere da degustazione.
Sede
Villa da Porto Zordan detta “La Favorita”
via Favorita 6 a Monticello di Fara, Sarego (Vicenza).
by vinievino.com
Info, elenco espositori, accrediti, ospitalità:
http://www.vinnatur.org/en/eventi/villa-favorita/