domenica 29 settembre 2013

Wine tasting Rosso Piceno Superiore a Spazio Vino di Offida

Tasting di due Rosso Piceno Superiore, effettuato nel corso di "Eventi in Enoteca" (periodiche degustazioni a tema, gratuite e a carnet limitato, in corso di svolgimento presso l'Enoteca Spazio Vino di Offida -AP-, nel quadro del progetto "PicenoOpen-VineaQualitàPicena", volto alla valorizzazione di vino, olio d'oliva, prodotti tipici del Piceno).
Week end di fine settembre dedicato al Rosso Piceno Superiore (denominazione che identifica i vini prodotti esclusivamente nell'area storicamente vocata, corrispondente alla parte più meridionale della provincia di Ascoli Piceno, in una zona quindi delimitata e circoscritta, all'interno della più vasta Doc Rosso Piceno, che invece si estende fino alle provincie di Fermo, Macerata e Ancona).
La scelta è caduta su due prodotti rivelatisi emblematici del crescente standard qualitativo di questo areale, soprattutto per ciò che concerne prezzi di fascia intermedia.
Rosso Piceno Superiore doc Paià '10 - alcool 13,5 % - circa € 11.
Azienda Cameli Irene di Castorano (AP).
http://www.vinorossomarche.it/
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese, si presenta alla vista di color rosso rubino scuro, non estremamente concentrato.
Naso mediamente intenso, equilibrato, giocato su note di piccoli frutti rossi, amarena, tabacco, spezie dolci.
Non particolarmente complesso in questa fase.
Anche in bocca non spinge nel senso della complessità e dello spessore materico, ma sembra invece orientarsi nel senso della bevibilità e dell'espressione tipica.
Mora, lampone, mineralità e discreta spalla acida vanno a comporre un mix concreto, di carattere, anche armonico, per il buon bilanciamento tra parti dure e morbide.
Medio corpo.
Primi piatti, sughi al ragù, animali di bassa corte in potacchio.
Rosso Piceno Superiore doc Vigna Monteprandone '09 - alcool 13,5 % - circa € 15.
Azienda Saladini Pilastri di Spinetoli (AP).
http://www.saladinipilastri.it/en/
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese, si presenta alla vista di color rosso rubino profondo, con riflessi violacei.
Frutto nero, prugna macerata, sfumature floreali, radice di zenzero e sensazioni vegetali compongono un bouquet di profumi intenso ma non pungente, abbastanza complesso ma non debordante.
Rivela subito al naso e preannuncia per la successiva fase, doti di finezza.
In effetti in bocca si conferma pienamente, denotando souplesse, sui toni morbidi del frutto nero e della ciliegia, bilanciati da tannino scorrevole e mineralità.
Quadro gustativo piuttosto persistente, godibile, materico ma non pesante.
Vino di corpo.
Tagliolini al tartufo.

giovedì 26 settembre 2013

Circuito del Brodetto Sangiorgese De.C.O, Chalet Duilio

Venerdì 27 settembre 2013 a Porto San Giorgio (FM), 10° grande appuntamento: “Il Brodetto De.C.O. Sangiorgese”.
Il Menù
ANTIPASTI FREDDI
- Crostini alle vongole e peperoncino
- Salmone marinato a freddo con mouse di formaggio
- Insalatina di seppioline e verdure croccanti.
ANTIPASTI CALDI
- Alici scottadito
- Soutè di cozze con cipolla e rosmarino.
PIATTO CENTRALE:
“ Il vero Brodetto Sangiorgese".
DOLCE:
Sorbetto al limone.

Ore 20.30 Chalet Duilio (Lungomare Gramsci Sud)
Prenotazioni ed info: 0734.678731 - 3392218931
Prezzo di circuito € 25.

(fonte: "Chi Mangia la Foglia"http://www.chimangialafoglia.it/

domenica 22 settembre 2013

Tasting vini rossi al Vinea Festival 2013 a Offida.

Tenutasi il 6-7-8 settembre a Offida (AP), la 1^ edizione di Vinea Festival
http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/08/vinea-festival-offida-ap-1-edizione.html
è parsa interlocutoria in fatto di numeri e organizzazione.
Molto probabilmente il format, nato sulle ceneri dell'ultraventennale Di Vino in Vino, avrà bisogno di ulteriore rodaggio per potersi meglio calare nella nuova veste riqualificata.
Sabato ore 20,30 cena nel Chiostro dell'ex Monastero di S. Francesco.
"Piacere Barbecue: il Braciere è tutto mio!"
Prodotti di filiera cotti alla brace.
A cura di ARO (Associazione Ristoratori di Offida) e piacerebarbecue.it
Degustati presso il banco d'assaggio Piceno Open allestito nei saloni interni dell'ex Monastero di S. Francesco, sede della Vinea e dell'Enoteca Regionale delle Marche, vini rossi bio certificati e vini rossi "bio di fatto".
Eccone una selezione:
Rosso Piceno doc Console Castino '11 - alcool 14,5 % - circa € 8.
Azienda Vitivinicola Rocca di Castiglioni di Fioravanti Valentino.
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese coltivate e trasformate al di fuori della circoscritta zona del Rosso Piceno Superiore.
Ci troviamo infatti in località Castignano (AP).
Qui ha sede l'azienda Rocca di Castiglioni dove Fioravanti Valentino produce in proprio, dopo la sua fuoruscita dalla SCAC (società cooperativa agricola castignanese) Cantine di Castignano.
Questo Rosso Piceno si presenta di color rosso rubino cupo.
Naso mediamente intenso, giocato su note di frutti rossi, amarena, cuoio.
In bocca sfodera morbidezza: fruttato d'amarena, con sfumature floreali di viola e speziate.
Medio corpo.
Direi senz'altro convincente per espressione tipica, sostanza, equilibrio, rapporto prezzo qualità.
Rosso Piceno Superiore doc '10 - alcool 14,5 % - circa € 13.
Azienda Clara Marcelli.
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese, affinato per 16 mesi in botti di rovere, si presenta rosso rubino cupo con riflessi violacei sul bordo.
Naso interessante, giocato su toni di frutto nero maturo, cuoio, leggera speziatura di pepe.
Spessore tannico in fase gustativa, che accompagna evidenze di ciliegia, cuoio, note erbacee di peperone e mineralità.
Finale caldo e alcolico.
Buon prodotto.
Rosso Piceno Superiore doc Konè '10 - alcool 14 % - circa € 18.
Vigneti Vallorani.
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese, affinato per 14 mesi in barrique, si presenta rosso rubino scuro e concentrato.
Naso intenso e complesso, giocato su note di confettura d'amarene, caffè, cuoio, speziatura di noce moscata.
Ottima corrispondenza gustolfattiva: chiaro segnale di un vino di qualità.
In evidenza note di marasca, cuoio, confettura e speziatura dolce.
Tendenza morbida ben contrappuntata da un certo spessore tannico.
Un Rosso Piceno Superiore con caratteristiche di finezza.
Tra i miei preferiti.
Rosso Piceno Superiore doc '10 - alcool 13,5 % - circa € 9.
Azienda Aurora.
Ottenuto da uve Montepulciano e Sangiovese, maturato per 12 mesi in botti di rovere, si presenta rosso rubino cupo e concentrato.
Naso mediamente intenso, giocato in particolare su sensazioni terrigne e humus.
A corollario anche amarena, sfumature erbacee, cuoio.
Un bouquet non ruffiano, che trova piena corrispondenza al gusto.
Speziatura, sensazioni erbacee e terrose, sembrano sovrastare frutto e carica glicerica, sbilanciando gli equilibri verso le parti meno morbide.
Vino di carattere, in linea con il resto della produzione aziendale da qualche anno improntata alle regole della Biodinamica, applicate sia in vigna che in cantina.
Marche rosso igt Ser Balduzio '07 - alcool 14 % - circa € 18.
Azienda Fiorano.
Ottenuto da uva Montepulciano.
Fermentato con lieviti spontanei e affinato per 36 mesi in botti di rovere.
Non filtrato.
Si presenta alla vista rosso rubino cupo, concentrato, impenetrabile.
Naso intenso e complesso, giocato su toni stramaturi di prugna macerata, humus, cuoio, sensazioni terrose e vagamente animali.
Bocca carica di materia, quasi debordante.
La risultante di scelte enologiche volte a valorizzare più l'espressione autentica e naturale che la mera ricerca stilistica.
Fase gustativa caratterizzata da note di frutto nero stramaturo, caffè, liquirizia, mineralità e spessore tannico.
Offida rosso doc '06 - alcool 15 % - circa € 13.
La Valle del Sole.
Ottenuto da uve Montepulciano e Cabernet Sauvignon.
Fermentazione con lieviti indigeni.
Solforosa totale: 60 mg./l.
Alla vista appare di color rosso rubino cupo, concentrato e impenetrabile.
Naso intenso e complesso, giocato su toni di frutto nero stramaturo, prugna macerata, cuoio, note erbacee e speziate.
In bocca la sensazione di primo impatto è quella di un eccesso di maturità, al limite dell'evoluto.
La sosta prolungata ossigenante, non può che giovare al quadro gustativo.
In ogni modo è vino corposo, oserei dire rusticano, giocato su toni erbacei, speziati e di caffè amaro.
Vino da arrosti.
Marche rosso igt Quinta Regio '08 - alcool 14 % - circa € 30.
Poderi Capecci San Savino.
Ottenuto da uva Montepulciano.
Affinati per 5 anni complessivi, in botti di rovere e bottiglia.
Colore rosso rubino scuro e concentrato.
Al naso di primo acchito, sensazioni fruttate e intense di prugna, confettura d'albicocca, speziatura dolce, erbe aromatiche, vanillina.
In bocca è corposo, caldo, equilibrato, con accentuata propensione alle morbidezze, dovute sia alla carica glicerica che alle evidenze vanigliate dei legni.
Fase gustativa caratterizzata da note di ciliegia, speziatura dolce di cannella, caffèsport.
L'impressione finale è quella di una ricerca stilistica finalizzata a stroncare sul nascere qualsiasi accenno di spigolosità.
Offida rosso doc Esperanto '06 - alcool 14,5 % - circa € 20.
Azienda Ciù Ciù.
Ottenuto da uve Montepulciano e Cabernet Sauvignon.
Affinato per 30 mesi in botti di rovere e successivi 6 mesi in bottiglia.
Colore rosso rubino cupo, impenetrabile.
Naso intenso e complesso, giocato su toni stramaturi di frutto nero, spezie, noce moscata, vaniglia.
In bocca è tendenzialmente morbido, equilibrato, ricco di massa glicerica ben contrappuntata da spessore tannico.
In evidenza confettura d'albicocca, vaniglia, mineralità, marasca, toni erbacei e noce moscata.
Anche qui come nel precedente vino, notasi un tentativo di spostare nel senso della finezza, senza pregiudicare troppo le caratteristiche di muscolarità.
"Calerei il sipario" sulla tre giorni offidana, con questo Montepulciano che definirei "vecchia maniera": corposo e spontaneo, concettualmente lontano dall'esercizio di stile, con forte legame territoriale, portavoce di una tradizione vinicola ricca e ancor oggi vitale.
Marche rosso igt Sipario '10 - alcool 14,5 % - circa € 10.
Azienda Pantaleone.
Ottenuto da uva Montepulciano, si presenta di color rosso rubino cupo, impenetrabile, concentrato.
Al naso profumi intensi di frutto nero stramaturo, prugna macerata, cuoio.
In bocca non brilla certo per finezza, evidenziando sensazioni di tipo rustico, terrigne e di tipo vegetale, sovrastanti sul frutto.
Leggera astringenza in chiusura.
Vino da arrosti.
elenco degli espositori
tasting vini bianchi:
http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/09/tasting-vini-bianchi-al-vinea-festival.html

(n.d.r. A volte penso di essere totalmente inaffidabile in fatto di tasting: riesco a trasformare in dote, anche un limite strutturale o una disarmonia.
Ciò mi spinge a riflettere sul fatto che sia invece proprio questa, paradossalmente, la chiave giusta per l'approccio corretto: quello che sancisce il primato del piacere della scoperta, nei confronti di qualsiasi graduatoria o classifica di merito.)

giovedì 19 settembre 2013

www.madeinlangheroero.it per adottare le eccellenze di Langhe e Roero.

Come annunciato lo scorso 9 settembre durante la conferenza stampa di presentazione all’Agenzia di Pollenzo, da oggi è ufficialmente on line il portale http://www.madeinlangheroero.it/ per poter adottare le eccellenze delle Langhe e del Roero.
Al momento il sito sarà disponibile in italiano e inglese e presto, in relazione al lancio nei singoli mercati esteri, attualmente in corso, sarà consultabile anche in tedesco, francese, russo e cinese.
foto web: http://www.in-italia.com/italy/piedmont/langhe/
Dopo la presentazione riservata alla stampa, da domani, 20 settembre, il progetto sarà presentato ufficialmente al pubblico, con la presenza di uno stand dedicato a http://cheese.slowfood.it/, il più importante salone dedicato alle “forme del latte”, a Bra (CN) dal 20 al 23 settembre.
Presso lo stand di Cheese, in Piazza Roma (SPR07) sarà possibile ricevere informazioni, incontrare alcuni produttori affiliati, ed acquistare direttamente le adozioni:
una capra d’Alta Langa,
una pecora che produce il Murazzano DOP,
un filare di Nebbiolo, Dolcetto o Barbera,
un’arnia di api della lavanda di Cherasco,
una porzione di noccioleto,
un cane da tartufi e, ultima novità,
un recinto delle rinomate lumache dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura di Cherasco.
Made In Langhe&Roero nasce con l’intento di offrire in modo innovativo la possibilità di scoprire e conoscere le eccellenze enogastronomiche di uno dei territori italiani più belli e ancora da scoprire.
L’obiettivo del progetto è valorizzare e favorire la conoscenza dei piccoli produttori di grandi qualità, le giovani imprese agricole, i protagonisti meno noti che hanno scelto di lavorare con i frutti di questa terra, con coraggio e devozione.
L’adozione offrirà al cliente non solo un’opportunità unica di avere i “propri” prodotti personalizzati, ma è soprattutto un invito a immergersi nel mondo delle Langhe, cogliendo l’occasione di assistere ad alcune fasi di lavorazione dei prodotti, a venire a visitare e vivere in prima persona la terra dei vignaioli, dei pastori, dei veri produttori delle eccellenze del territorio.
Non solo il cliente potrà visitare le aziende affiliate, ma la quota di prodotto compresa nell’adozione potrà essere ritirata direttamente presso il produttore, stimolando così anche l’aspetto turistico, invitando i clienti a visitare le Langhe e viverle in prima persona.
In merito Made In Langhe&Roero si avvale delle proposte di pacchetti viaggio, tour, visite e soggiorni “esperienziali” realizzati ad hoc da LangheWelcome, marchio che fa parte dello stesso gruppo e opera da tempo nelle Langhe come Destination Management Company e fornitore di servizi turistici e congressuali.
Il progetto Made In Langhe&Roero, realizzato dalla A-Group Srl, non si rivolge soltanto ai consumatori, offrendo loro un legame diretto e senza mediazioni con i prodotti, i valori e i produttori delle Langhe, ma intende proporsi anche ai privati come un’originalissima idea di regalo “green” e alle aziende, come un’alternativa “forte” all’omaggistica aziendale tradizionale per i clienti o i collaboratori, guidata dai temi della sostenibilità, della scelta responsabile, dello sviluppo delle eccellenze del territorio.

Cuneo, 19/09/2013
Ufficio Stampa Made In Langhe&Roero:
milr@a-grouptourism.it
+39.0171.699600
www.madeinlangheroero.it

mercoledì 18 settembre 2013

Circuito del Brodetto Sangiorgese De.C.O, Chalet Zulu.

Venerdì 20 settembre 2013 a Porto San Giorgio (FM), grande appuntamento: “Il Brodetto De.C.O. Sangiorgese”.
Il Menù
ANTIPASTI
Alici marinate
Salmone marinato
Insalatina di mare.
PIATTO CENTRALE:
“ Il vero Brodetto Sangiorgese".
DOLCE:
Sorbetto al limone.

Ore 20.30 Chalet Zulu (lungomare Gramsci sud).
Prenotazioni e info: 335.452678
Prezzo di circuito: € 25.

(fonte: "Chi Mangia la Foglia"http://www.chimangialafoglia.it/

domenica 15 settembre 2013

Tasting vini bianchi Vinea Festival 2013, Offida.

Tenutasi il 6-7-8 settembre a Offida (AP), la 1^ edizione di Vinea Festival
http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/08/vinea-festival-offida-ap-1-edizione.html
è parsa interlocutoria in fatto di numeri e organizzazione.
Molto probabilmente il format, nato sulle ceneri dell'ultraventennale Di Vino in Vino, avrà bisogno di ulteriore rodaggio per potersi meglio calare nella nuova veste riqualificata.
Degustati presso il banco d'assaggio Piceno Open allestito nei saloni interni dell'ex Monastero di S. Francesco, sede della Vinea e dell'Enoteca Regionale delle Marche, vini bianchi in gran parte con certificazione bio, ottenuti da uva Pecorino e da uva Passerina.
Quasi tutti non immediati (un ulteriore anno di riposo in cantina non potrà che giovare ai Pecorino), ma di buona fattura.
Eccone una selezione:
Offida docg Passerina Zaccarì '11 - alcool 12,5 % - circa € 18.
Azienda Vigneti Vallorani.
Una Passerina sui generis, progettata secondo uno stile originale e distinguibile.
Non passa inosservata, perchè la sosta sur lies per 16 mesi in legni da 400 litri regala caratteristiche particolari, carica estrattiva e complessità.
Colore giallo paglierino.
Profumi e sapori surmaturi: datteri, erbe aromatiche, frutta secca, fico secco.
In bocca anche note di melone e rosmarino.
Tendenzialmente morbido, nonostante non sia ancora al meglio per quanto riguarda l'armonia e fusione in unico corpo delle varie componenti.
Destinato a positiva evoluzione futura.
Caratteristiche originali che se da un lato rappresentano un pregio, dall'altro sono anche il limite del vino, in particolare per ciò che concerne le possibilità d'abbinamento.
Non è vino d'apertura e neanche di chiusura.
Probabilmente si adatta bene su secondi di pesce alla griglia.
Offida docg Pecorino Rugaro Gold '12 - alcool 13,5 % - circa € 10.
Cantina dei Colli Ripani.
Ottenuto da uva Pecorino, si presenta alla vista giallo paglierino tenue.
Naso non molto espressivo, giocato su toni prevalentemente erbacei e fruttati di mela e banana.
Al gusto recupera, sfoderando carattere: mineralità tipica e freschezza, contrappuntate da toni fruttati morbidi e carica d'estratti.
Vino da arrosti e zuppe di pesce.
Offida docg Pecorino Donna Orgilla '12 - alcool 14 % - circa € 13.
Azienda Agricola Fiorano.
Ottenuto da uva Pecorino, si presenta alla vista di color giallo paglierino standard.
Anche qui profumi non subito impattanti: meglio dopo sosta ossigenante.
L'impressione è che pur non sottoponendo il vino a chiarifiche e filtrazioni spinte, appunto per salvaguardare l'espressione varietale, il quadro olfattivo non si esalti più di tanto per intensità.
In evidenza note di frutta bianca, mela, banana, sfumature morbide e surmature.
In bocca ottimo equilibrio tra parti dure e morbide, mineralità e frutto.
Finale leggermente astringente su toni verdi.
Complessivamente fine.
Tra i migliori degustati.
Offida docg Pecorino '12 - alcool 14 % - circa € 10.
La Valle del Sole azienda vitivinicola di Di Nicolò Silvano.
Ottenuto da uva Pecorino, si presenta giallo paglierino piuttosto carico.
Bouquet di profumi originale, variegato, caratterizzato dalla sintesi di toni surmaturi di buccia d'agrume, frutta secca e quelli più freschi di mela e frutto a polpa bianca.
Non immediato come la gran parte dei vini degustati; migliora sensibilmente dopo sosta ossigenante.
La carica e complessità evidenziate in fase d'olfazione, sono in parte ridimensionate al gusto.
In questa fase il vino sembra sedersi, denotando limite d'ampiezza e profondità.
In evidenza soprattutto note vegetali e mineralità, che spostano il baricentro verso le parti dure.
Leggera astringenza finale.
Offida docg Pecorino Danù '12 - alcool 13,5 % - circa € 10.
Azienda Vinicola Costadoro.
Ottenuto da uva Pecorino, si presenta giallo paglierino limpido.
Profumi e sapori freschi, fruttati e tipica mineralità per questo Pecorino d'impatto immediato.
Un'etichetta a mio parere ampiamente affidabile in tutte le annate.
Pulito, fresco e lineare in bocca, giocato sui toni della pera e della mela.
Convincente.
Offida docg Pecorino Fiobbo '12 - alcool 14 % - circa € 11.
Azienda Aurora.
In questo vino, dal mio punto di vista, trovano sintesi sensazioni contrastanti.
Ottenuto da uva Pecorino, affinato per il 50 % in acciaio e 50 % in legno, si presenta alla vista di color giallo paglierino tendente al dorato.
Naso oserei dire sorprendente per finezza, caratterizzato da un buon equilibrio tra intensità e complessità, e da toni mai sopra le righe.
In evidenza frutto maturo e buccia d'agrume.
In bocca stenta ad esprimere nell'immediato, un potenziale viceversa destinato ad evolvere e svilupparsi nel tempo.
Persino nel corso del tasting, sembrano modificarsi le sensazioni gustative.
Tendenzialmente giocato per il momento, su toni vegetali, mineralità, erbe aromatiche.
Soprattutto dotato di grande carica materica, fin troppo debordante in chiusura su toni terrigni.
L'impressione finale è quella di una sorta di convivenza pacifica, tra finezza olfattiva e rusticità gustativa.
Vino per palati evoluti e seguaci del bio-naturale.
Marche bianco igt Onirocep '12 - alcool 14,5 % - circa € 10.
Azienda Pantaleone.
Onirocep ovvero Pecorino allo specchio.
Si presenta alla vista di color giallo paglierino piuttosto carico.
Bouquet di profumi molto interessante, giocato sui toni del frutto a polpa bianca, fieno, sfumature fumée, sottofondo ammandorlato.
In bocca è un'esplosione di frutto e freschezza, su sensazioni di pera, cetriolo, erbe aromatiche, rimandi esotici, mineralità e finale idrocarburico.
Corposo e convincente.
Laboratorio di approccio al vino a cura di AIS Marche:
"Sorsi di territorio: l'Offida docg Passerina"
Guida la degustazione Somm. Valeria Cesari
tasting vini rossi:
http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/09/tasting-vini-rossi-al-vinea-festival.html

giovedì 12 settembre 2013

Casalfarneto winery, vendemmia Doc.

Casalfarneto, grandi attese per il Verdicchio.
La Cantina Casalfarneto di Serra de’ Conti (AN) si appresta alla vendemmia 2013 con buone aspettative, in particolare per il suo vitigno di punta.
Un Verdicchio elegante, con gradazioni non troppo alte, vicino alle tendenze internazionali sui bianchi.
Con buone aspettative soprattutto sulla qualità del suo vitigno di punta, la Cantina Casalfarneto di Serra de’ Conti (Ancona) si prepara alla vendemmia, prevista a partire dal 20 settembre.

Acquisita nel 2005 dalla famiglia Togni, la cantina CasalFarneto dispone oggi di 32 ettari impiantati a vite (di cui 25 a Verdicchio e 7 a bacca rossa), con una produzione fortemente incentrata sulla qualità, che coniuga metodi tradizionali con le più innovative tecnologie vitivinicole.
“Finalmente una stagione con epoca vendemmiale normale, dopo due anni in cui abbiamo dovuto anticipare a causa del forte caldo estivo e della conseguente siccità – commenta Danilo Solustri, direttore tecnico di CasalFarneto –; le attese sono molto buone, sia a livello qualitativo che quantitativo.
Il clima, con piogge abbondanti fino a giugno, seguite da temperature estive non esageratamente alte, ha mantenuto la pianta in un ambiente ideale.
Le escursioni termiche degli ultimi periodi, con caldo moderato di giorno e notte fresca, hanno contribuito sensibilmente ad aumentare la qualità, soprattutto per le uve bianche.
Ci aspettiamo aromi eleganti, con gradazioni alcoliche normali; caratteristiche che vanno incontro alle esigenze del mercato, che apprezza piacevolezza e gradazioni non troppo alte.
CasalFarneto produce tendenzialmente vini che spiccano per freschezza ed eleganza, una linea certamente avvantaggiata dall’andamento della stagione e rappresentata al meglio da Crisio – Castelli di Jesi Verdicchio Riserva DOCG Classico.
In generale, una stagione con queste peculiarità favorisce un Verdicchio più vicino alle tendenze internazionali sui consumi dei vini bianchi, un vantaggio ulteriore per il nostro vitigno di punta sui mercati esteri”.

-------------------------------------------
Il Gruppo Togni sviluppa le sue attività in tre aree di business: spumanti, acque oligominerali, vini.
L’esperienza nella produzione delle bollicine nasce negli anni ’50 del secolo scorso a Serra San Quirico, nelle Marche, con la prima azienda a gestione familiare; oggi uno stabilimento da 20mila metri quadri produce ogni anno più di 13 milioni di bottiglie di spumante, con il marchio Rocca dei Forti che esprime al meglio la tradizione spumantistica marchigiana.

Nel 2005, con l’acquisizione della Cantina CasalFarneto di Serra de’ Conti, Togni avvia la produzione di vini, con il Verdicchio come punta di diamante.
Accanto a spumanti e vini, le acque Togni, riconoscibili per purezza ed equilibrio: Frasassi, Gocciablu, San Cassiano, Gaia e Fonte Elisa, che sgorgano dalle sorgenti del Parco Naturale Gola della Rossa, Grotte di Frasassi e Parco Naturale del Monte Cucco.
I prodotti Togni vengono distribuiti su territorio nazionale ed internazionale, sia nel canale Ho.Re.Ca che della Grande Distribuzione Organizzata.
Il Gruppo Togni, con sede a Serra San Quirico (An), impiega oltre 100 addetti ed ha raggiunto nel 2012 un fatturato di 47,3 milioni di euro, pari ad un + 6% rispetto l’anno precedente e ad un +17% rispetto al 2010.
http://www.togni.it/
http://www.casalfarneto.it/sito/

--------------------------------------------
Comunicato stampa a cura di:
Moretti Comunicazione
Sergio Moretti / Isabella Tombolini
Mp: 348 7272837 - 366 2818465
sergio@alceomoretti.it
isabella.tombolini@alceomoretti.it

mercoledì 11 settembre 2013

Circuito del Brodetto Sangiorgese De.C.O, Chalet Canto do Mar.

Venerdì 13 settembre 2013 a Porto San Giorgio (FM), 8° grande appuntamento: “Il Brodetto De.C.O. Sangiorgese”.
Il Menù
ANTIPASTI
Benvenuto dello Chef con Prosecco e Crostini del Mare.
PIATTO CENTRALE:
“ Il vero Brodetto Sangiorgese".
DOLCE:
Sorbetto al limone.
VINO
Falerio doc dell'Azienda Vinicola Velenosi di Ascoli Piceno.

Ore 20.30 Chalet Canto do Mar (lungomare Gramsci centro).
Prenotazioni Info: 0734.672067- 348.7364333
Prezzo di circuito: € 25.

(fonte: "Chi Mangia la Foglia"http://www.chimangialafoglia.it/

giovedì 5 settembre 2013

Corso di 1° livello Sommelier AIS a Porto San Giorgio (FM)

L'Associazione Sommelier AIS Marche delegazione di Fermo e Porto San Giorgio, organizza a partire da lunedì 7 ottobre 2013, il corso di 1° livello di qualificazione professionale per Sommelier.
Le 15 lezioni si svolgeranno presso l'Hotel "Il Timone" - via Kennedy (zona lungomare sud) - 63822 Porto San Giorgio (FM); in turno serale dalle ore 20.30 alle ore 23.00 circa ed avranno il seguente programma:
Lunedì 7 ottobre 13
La figura del Sommelier Somm. Prof. C. Lapadula
Martedì 15.10.13
Viticoltura Somm. Simona Sestili
Martedì 22.10.13
Tecnica della degustazione. Esame visivo Somm. Claudio Giacomini
Giovedì 24.10.13
Tecnica della degustazione. Esame olfattivo Somm. Claudio Giacomini
Martedì 29.10.13
Tecnica della Degustazione. Esame gustativo Somm. Claudio Giacomini
Martedì 5.11.13
Enologia. La Produzione del Vino Somm. Prof. S. Isidori
Giovedì 7.11.13
Enologia. I Componenti del Vino Somm. Prof. S. Isidori
Martedì 12.11.13
Enologia. Spumanti Somm. Antonio Giangrossi
Martedì 19.11.13
Enologia. Vini passiti e speciali Somm. Antonio Giangrossi
Martedì 26.11.13
Enografia nazionale e legislazione Somm. Stefania Morbidelli
Giovedì 28.11.12
Birra Somm Prof. G. Compagnucci
Martedì 3.12.13
I distillati e liquori Barman Stefano Renzetti
Sabato 7.12.13
Visita in cantina Somm. Prof. S. Isidori
Martedì 10.12.13
Il servizio, le funzioni del sommelier Somm Prof. G. Compagnucci
Martedì 17.12.12
Autoverifica e appr. sulla degustazione Somm. Claudio Giacomini

Per le iscrizioni rivolgersi al Direttore del Corso, Somm. Prof. Stefano Isidori.
mob: 333 5825397
email: fermo@aismarche.it

Quota di partecipazione al corso di € 420.00, comprendente: materiale didattico (libri, quaderno di degustazione, valigetta e bicchieri), IVA.
Obbligatoria iscrizione all’Associazione per l’anno 2013: € 80.00.

L'acconto da versare, quale caparra confirmatoria all’atto dell’iscrizione è di € 220.00 + 80.00 per iscrizione all’Associazione.
http://www.aismarche.it/delegazioni.php

martedì 3 settembre 2013

Circuito del Brodetto Sangiorgese De.C.O, Chalet Delfino Verde

Riprendono gli appuntamenti con il Brodetto Sangiorgese a Denominazione Comunale d'Origine dopo la sospensione d'agosto.
Proseguiranno tutti i venerdì, fino all'11 ottobre data di chiusura del circuito.

Venerdì 6 settembre 2013 a Porto San Giorgio (FM), 7° grande appuntamento: “Il Brodetto De.C.O. Sangiorgese”.
Il Menù
ANTIPASTI FREDDI:
Spiedino di frutta fresca e gamberi
Insalata di mare
ANTIPASTI CALDI:
Capasanta al forno in crosta di patata
Cozze in guazzetto
PIATTO CENTRALE:
“ Il vero Brodetto Sangiorgese"
DOLCE:
Sorbetto al limone
VINI:
Cantine locali

Ore 20.30 CHALET DELFINO VERDE (Lungomare Gramsci Nord)
Prenotazioni ed Info: 0734 - 676750
Prezzo di circuito - Euro 25

(fonte: "Chi Mangia la Foglia"http://www.chimangialafoglia.it/